Itinerari italiani

Cosa vedere a Vigoleno, uno dei borghi più belli di Italia in Emilia Romagna

Borgo di Vigoleno

Vigoleno è chiamato il “borgo incantato” ed è facile intuirne il motivo 🙂 

Borgo di Vigoleno

Quest’ultimo weekend di luglio abbiamo deciso di trascorrerlo in Emilia Romagna per rilassarci un po’ e scoprire al tempo stesso nuove mete interessanti da raccontarvi e suggerirvi per i vostri prossimi itinerari 🙂

VigolenoTra queste, il borgo antico di Vigoleno è stata sicuramente quella che ha dato un’impronta significativa al nostro viaggio: certificato dal 2002 come uno dei “Borghi più belli d’italia”, vi basterà fare pochi passi nel centro storico per capire il motivo di questo prestigioso riconoscimento. Vigoleno regala già a prima vista un colpo d’occhio incredibile per l’integrità e la conservazione del suo sistema difensivo che rappresenta senza dubbio l’esempio più suggestivo e ricco di storia del territorio piacentino.

Risalente al 1132, il borgo di Vigoleno spicca per la sua forma ellissoidale, per le imponenti torri merlate e per il percorso panoramico del camminamento di ronda che potrete percorrere visitando il Mastio della Rocca.

In biglietteria potrete scegliere tra tre diversi tour:

  • Visita libera al Mastio (4 euro)
  • Visita libera al Mastio e guidata al Piano Nobile del Castello (6,50 euro)
  • Visita guidata Mastio, Borgo, Chiesa Romanica, Piano Nobile del Castello (8.50 euro)

E’ importante sapere che la visita al Piano Nobile non è sempre acquistabile ma è soggetta a limitazioni e disponibilità, nel nostro caso infatti siamo arrivati troppo tardi e l’unica visita guidata della giornata era già terminata, per cui se siete in zona informatevi prima di arrivare.

Nonostante  il weekend rovente, non ci siamo fatti scoraggiare dal sole a picco e dalle elevate temperature e abbiamo deciso di salire sulla Torre Sud, da cui potrete ammirare un panorama imperdibile sulle verdi colline circostanti della Val Stirone e sul borgo stesso in una prospettiva davvero particolare.

Percorrendo i vari piani della torre, seppur con qualche fatica viste le ridotte dimensioni dei gradini, potrete ammirare vestiti ed ornamenti originali risalenti al ‘500 e dall’incredibile manifattura tessile.

Giunti sulla terrazza superiore è d’obbligo concedersi  una pausa fotografica: approfittando della tranquillità di cui abbiamo potuto godere durante la nostra visita, abbiamo avuto l’opportunità di osservare ogni singolo dettaglio e nel farlo è venuta naturale l’ispirazione per realizzare degli scatti davvero particolari. Uno di questi, di cui siamo particolarmente orgogliosi, è quello realizzato attraverso una feritoia che offre una vista inedita sul borgo di Vigoleno 🙂 Altrettanto degno di nota, è lo scatto che abbiamo realizzato al piano inferiore approfittando di una finestra aperta nel cui riflesso si specchia una delle torri merlate..incredibile vero? 🙂

Una volta tornati giù, gli appassionati di architettura romanica resteranno senza dubbio colpiti dalla bellezza dell’Oratorio della Madonna delle Grazie e della Pieve di San Giorgio risalente alla seconda meta del XII secolo e che si affacciano sulla piazza centrale dominata da una fontana cinquecentesca.

Inoltre, anche se non l’abbiamo vissuto personalmente, ci teniamo a segnalarvi che qualora foste interessati, è possibile soggiornare nelle suite del Castello di Vigoleno per vivere un weekend davvero unico e godere delle atmosfere di un luogo definito non a caso “il borgo incantato” 🙂

 

Leave a Comment