Tibidabo Barcellona, l’imperdibile vista panoramica sulla città

Cosa vedere a Barcellona: il Tibidabo

Barcellona è una città dal fascino magnetico. Il mix perfetto tra architettura modernista e gioielli storici, angoli medievali che si alternano a scorci naturalistici degni di nota con il mare a far da cornice ad una città estremamente vivace e ricca di punti di interesse in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di viaggio. Se vi state chiedendo cosa vedere a Barcellona di realmente imperdibile non possiamo che suggerirvi una visita al Tibidabo, la collina di Barcellona che dall’alto dei suoi 512 metri offre un punto panoramico sulla città che vi lascerà a bocca aperta. Pronti a scoprirlo?

Cosa significa “Tibidabo”?

Partiamo dalle presentazioni. Siete tra quelli che si chiedono quale sia il significato del nome “Tibidabo”? Eccovi subito accontentati.

In latino “tibi dabo” significa letteralmente “ti darò” e il nome deriva proprio dalla frase che Satana disse a Gesù portandolo in cima ad un monte di fronte ad una vista speciale come quella che si può ammirare dalla collina di Barcellona: “ti darò tutto ciò che vedi se mi adorerai”.

Cosa vedere al Tibidabo

Gli appassionati di punti panoramici troveranno a Barcellona pane per i loro denti e senza dubbio il Tibidabo offre una vista impareggiabile sulla città, ma non solo perché le attrattive non finiscono qui.

Il Tempio del Tibidabo

Raggiungere il Tibidabo significa avere la possibilità di visitare il magnifico Tempio Espiatorio del Sacro Cuore, in catalano Temple Expiatori del Sagrat Cor, l’imponente Cattedrale che domina il paesaggio circostante e che può essere ammirata e fotografata dalla sua prospettiva migliore con un trucchetto che vi sveleremo in questo articolo.

Tibidabo: come raggiungerlo da Barcellona

Costruito agli inizi del 900, il Tempio del Tibidabo fu realizzato dall’architetto Enric Sagnier i Vilavecchia e successivamente completato dal figlio Josep Maria Sagnier Vidal-Ribas. Basta una prima occhiata per rendersi conto della straordinaria bellezza di quest’opera, frutto della commistione tra un approccio eclettico e classicista ispirato al contempo ad un’architettura medievale tipica del romanico e del gotico.

La maestosità del Tempio si rinnova in tutti i suoi elementi e la sua particolarità è visibile già ad un primo colpo d’occhio. Sembra di essere di fronte a due edifici completamente diversi, in quanto all’esterno la Cattedrale si presenta con una doppia veste: la base del Tempio che custodisce la cripta ha l’aspetto di una fortezza romanica realizzata in pietra di Montjuic, mentre la Chiesa che la sormonta si presenta in stile neogotico ed è accessibile tramite due scalinate monumentali esterne.

La visita al Tempio del Tibidabo ha inizio dalla Cripta, progettata in stile neo-bizantino con un mix di elementi gotici e classici. Costituita da cinque navate, affascina subito il visitatore per i mosaici che rivestono le pareti e le volte, il tutto accentuato dalla bellezza dell’alabastro policromo impiegato anche nella realizzazione della Via Crucis scolpita da Josep Miret. I giochi di luce creati dalle finestre tutto intorno contribuiscono ad accentuare la vivacità dei colori per un effetto sorpresa assicurato.

Uscendo dalla Cripta, due scale laterali conducono alla Cattedrale. Al suo interno lo spazio è imponente ed è suddiviso in una navata principale e due laterali. Qui catturano subito l’attenzione le vetrate colorate e i quattro enormi rosoni presenti sulle facciate.

Tra i protagonisti della Cattedrale spicca senza dubbio il grande Crocifisso realizzato da Joan Puigdollers.

La visita alle terrazze del Tibidabo

La modalità di visita del Tibidabo racconta l’ascesa e la purificazione della condizione umana tramite il sacrificio. Non a caso il percorso ha inizio dalla cripta, prosegue in salita per raggiungere la Chiesa fino ad arrivare alla sommità delle terrazze sormontate dall’enorme statua in bronzo di Gesù Cristo, punto imperdibile per una vista mozzafiato su Barcellona.

Per raggiungere le terrazze panoramiche c’è a disposizione dei visitatori un ascensore turistico che conduce in cima alla torre principale. Uscendo resterete a bocca aperta per la vista che c’è da quassù, ma proseguendo la prospettiva sarà ancora migliore. Tramite la scalinata si raggiunge la terrazza più alta che permette di raggiungere la statua del Cristo Redentore ad un’altezza totale di 575 metri di altezza.

Prendetevi il giusto tempo per ammirare questa veduta incredibile della città perché vi resterà nel cuore.

Visita del Tempio del Tibidabo: orari e costi

La visita al Tempio Espiatorio del Sacro Cuore è gratuita, potete accedere liberamente sia alla cripta che alla Basilica superiore.

L’accesso alle terrazze ha invece un costo di 5 euro a persona per l’utilizzo dell’ascensore.

Per quanto riguarda gli orari vi consigliamo di consultare sempre il sito ufficiale per verificare eventuali variazioni.

Può essere utile per farsi un’idea sapere che:

  • la Cripta è accessibile dalle 9.00 alle 20.00
  • la Basilica è accessibile dalle 11.00 alle 20.00
  • l’ascensore per la salita alla terrazza è attivo dalle 11.00 alle 20.00

Il Parco divertimenti del Tibidabo

Ecco un’altra attrattiva da non perdere, il Parco divertimenti del Tibidabo, il più antico della Catalogna! Costruito agli inizi del 900 è diventato nel tempo un vero e proprio must durante un viaggio a Barcellona e ad oggi conta più di 30 attrazioni per trascorrere qualche ora di puro divertimento in una cornice panoramica eccezionale.

Ogni attrazione vi offrirà un punto di vista inedito sulla città, noi vi consigliamo senza dubbio un giro sul Talaia, un balcone panoramico che offre una vista incredibile sul Tempio del Tibidabo, da qui potrete osservarlo e fotografarlo come se aveste un drone (ecco il trucchetto di cui parlavamo sopra)! L’attrazione raggiunge un’altezza massima di 550 metri ma si muove lentamente quindi non lasciatevi intimorire!

Degna di nota è anche la storica ruota panoramica, anche in questo caso la vista sull’intera città e il Tempio è spettacolare.

Orari e prezzi Parco divertimenti del Tibidabo:

L’accesso alla Panoramic Area del Parco divertimenti del Tibidabo è gratuita. Qui troverete ristoranti e un’ottima varietà di piccoli chioschetti in stile fast food per una pausa golosa (non perdetevi i churros caldi inzuppati nella cioccolata della Xurreria per nulla al mondo!).

Il ticket che offre accesso full a tutte le attrazioni del parco ha un costo di 35 euro a persona e può essere prenotato online direttamente sul sito ufficiale. Se volete salire solo sulle attrazioni più iconiche e panoramiche del parco potete acquistare il ticket “Emblematic rides day pass” al costo di 19 euro a persona, anche in questo caso potete acquistarlo online per evitare code.

Come arrivare al Tibidabo da Barcellona

Se a questo punto il Tibidabo è ufficialmente entrato in wish list e vorreste sapere come raggiungerlo da Barcellona ecco il paragrafo giusto per voi 🙂

Come raggiungere il Tibidabo in auto

Se viaggiate in auto vi basterà impostare sul navigatore “Parc d’attraccions Tibidabo” per raggiungerlo in circa mezz’ora. Una volta arrivati potrete usufruire del parcheggio privato che ha un costo di 13 euro per l’intera giornata (scatta in automatico superate le 3h e mezza di sosta). In alternativa, l’addebito è al minuto e per ciascuno si paga 0,06 €, quindi circa 3,60 euro per ora. Se preferite è possibile prenotare il posto auto direttamente online.

Come raggiungere il Tibidabo con i mezzi pubblici

Il percorso più comodo prevede l’utilizzo della funicolare Cuca de Llum che conduce proprio ai piedi del Tempio del Tibidabo.

È sufficiente acquistare online il biglietto che si chiama FUNICULAR Cuca de Llum e che include il biglietto del Tibibus T2C che da Plaça Kennedy (fermata metro Av. Tibidabolinea l7) conduce alla stazione a valle della funicolare in Plaça Doctor Andreu. Ha un costo di 12 euro e prevede il viaggio A/R ma se avete intenzione di acquistare il biglietto di ingresso full al parco divertimenti (al costo di 35 euro) il biglietto A/R della funicolare è incluso.

Sperando di aver risposto a tutte le vostre domande non ci resta che augurarvi un buon viaggio a Barcellona e se siete in cerca di altri punti di interesse da non perdere vi consigliamo sicuramente una visita al Palau de la Mùsica Catalana e a Casa Vicens, la prima casa di Gaudì.

Per tour ed esperienze speciali vi consigliamo di affidarvi alle proposte Civitatis, alcune sono anche gratuite! 🙂

SHARE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ciao, sono Chiara! Una viaggiatrice instancabile, sostenitrice del turismo di prossimità e sempre a caccia di mete insolite. Chi ha detto che bisogna per forza andare lontano per scovare posti meravigliosi?
Conosciamoci meglio

Iscriviti alla newsletter

Social Media
#Turismoinrassegna