Cosa vedere nella Valle dei Laghi

Valle dei Laghi: cosa vedere

La Valle dei Laghi è una splendida cornice naturalistica che si trova in Trentino, a pochi chilometri dalla città di Trento e incastonata tra il Monte Bondone e ben 7 laghi, come lascia intendere il nome.

Nascosti tra vigneti e olivi, in un territorio in cui convivono alla perfezione la vegetazione mediterranea e quella alpina, ci si imbatte in piccoli borghi e castelli medievali per una vacanza all’insegna della natura, dell’esplorazione e di esperienze particolari. Se questa descrizione combacia con la vostra idea di vacanza ma vi state chiedendo cosa vedere nella Valle dei Laghi allora siete nel posto giusto: ecco una serie di suggerimenti utili per esplorare questa vallata del Trentino ricca di sorprese e lontana dai flussi turistici di massa.

Cosa fare nella Valle dei Laghi

Visitare il borgo di Terlago e il suo lago

Terlago è un piccolo borgo della Valle dei Laghi che offre due punti di interesse meritevoli di una visita: il primo è il Castello di Terlago di origine medievale e protagonista del centro abitato. Fu costruito con un chiaro intento difensivo per controllare gli spostamenti sullo snodo strategico che univa la Valle del Sarca alla Valle di Non. Secondo un’antica leggenda tra le sue sale si aggirerebbe il fantasma di una contessa di Terlago, custode di un tesoro prestigioso.

Oggi il Castello di Terlago è proprietà privata e purtroppo non è accessibile al pubblico.

Spostandoci dall’area culturale a quella naturalistica, un altro punto di interesse a Terlago è sicuramente il suo lago che essendo balneabile attira molti visitatori durante la stagione estiva, non solo per una giornata di relax e tintarella, ma anche per le attività di pesca. Le sue acque sono di un caratteristico colore olivastro e la particolarità è data dal fatto che ospitano l’ecosistema lacustre più ricco dell’intera regione.

Da Terlago parte inoltre il sentiero che conduce ai Laghi di Lamar, un altro punto di interesse degno di nota di questo territorio.

Il borgo di Ranzo e il suggestivo panorama sulla Valle dei Laghi

La strada panoramica che conduce al piccolo borgo di Ranzo è un susseguirsi di tornanti, in alcuni punti un po’ stretti, ma che regalano una vista spettacolare sulla Valle dei Laghi. Lungo il percorso troverete delle aree di sosta, sfruttatele per ammirare un suggestivo panorama che spazia dal Lago di Toblino con il suo meraviglioso Castello, alla piana del Sarca, alla Valle di Cavedine e all’omonimo lago fino al Lago di Garda che si staglia lontano sullo sfondo. Da qualsiasi prospettiva questo itinerario offre una vista davvero eccezionale! Prestate attenzione lungo la strada ad una panchina in pietra rivolta proprio verso l’intera valle perché è uno dei punti migliori per osservare il panorama circostante come potete notare dalla foto. Da qui la vista su Castel Toblino è davvero indimenticabile.

Margone, il borgo del silenzio

Tornando indietro dalla strada panoramica di Ranzo ci si imbatte nelle indicazioni per Margone, conosciuto come il borgo del silenzio. Raggiungibile in pochi minuti di auto tramite alcuni tornanti in salita, si capisce subito come mai sia stato ribattezzato in questo modo. La pace da quassù è totale e la natura la fa da padrone. Tra campi, balle di fieno e animali da cortile, Margone è una ventata di aria fresca e relax!

Il Lago di Toblino e una cena con vista al suo Castello

Il Lago di Toblino è senza dubbio una delle mete più affascinanti e rinomate della Valle dei Laghi in Trentino.

Protagonista indiscusso di questo specchio d’acqua dalle mille sfumature è senza dubbio l’omonimo Castello che ospita al suo interno un raffinato ristorante, suggerito non di certo a caso dalla Guida Michelin 2021. Qui la tradizione del territorio viene sapientemente rivisitata in abbinamenti sorprendenti e dall’estetica ricercata.

Castel Toblino è la location giusta per godere di una serata speciale ma conviene prenotare perché i posti migliori, ovvero quelli sul balconcino vista lago, sono davvero pochi e ovviamente molto richiesti.

I colori del tramonto sul lago vi lasceranno a bocca aperta!

Calavino, Castel Madruzzo e Lasino: passeggiata tra borghi e vigneti

Proseguendo lungo l’itinerario che conduce dalla Valle dei Laghi alla vicina Valle di Ledro si attraversano numerosi piccoli centri abitati, borghi come Calavino e Lasino intervallati da verdissimi vigneti e castelli diroccati come l’imponente Castel Madruzzo che domina l’abitato del paese omonimo, un tempo punto di difesa e controllo della Valle del Sarca, collegamento strategico tra il territorio di Trento e del Lago di Garda. Oggi il castello è privato e purtroppo non è visitabile.

Castello Madruzzo in Trentino nella Valle dei Laghi

Cavedine e il vicino Castello di Drena

Avvicinandosi sempre più al Lago di Garda si possono ammirare il borgo di Cavedine, armoniosamente nascosto tra i vigneti, e il maestoso Castello di Drena risalente al XII secolo e costruito molto probabilmente su un villaggio preistorico. L’ampia visibilità offerta dalla rupe su cui fu eretto lo rese inevitabilmente protagonista di numerose vicissitudini e attacchi durante il Medioevo. Il Castello è visitabile ma è stato danneggiato da un’alluvione nel 2018, oggi è possibile sostenere il restauro aderendo alla raccolta fondi promossa dall’Associazione Drena oltre i Confini in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

Dove dormire nella Valle dei Laghi

Se a questo punto vi siete appassionati ai tanti punti di interesse da visitare nella Valle dei Laghi e vorreste un suggerimento su dove dormire non possiamo che consigliarvi l’Agriturismo La Dolce Mela, una struttura di charme composta da 12 camere immersa nel verde dei meleti e dotata di una splendida piscina bio (priva di cloro) per rilassarsi dopo le escursioni. L’agriturismo è il punto di partenza ideale per le escursioni e i borghi da visitare di cui vi abbiamo raccontato finora.

Impossibile soggiornare qui e non sentirsi rigenerati! La natura è la protagonista assoluta sia degli spazi interni realizzati con materiali naturali e accoglienti come il legno, fino agli spazi esterni studiati nei minimi dettagli affinché il paesaggio circostante ne sia valorizzato da qualsiasi prospettiva.

Per il nostro soggiorno ci è stata assegnata la suite Mountain Spirit di cui ci siamo innamorati a prima vista. La sistemazione, curata nei minimi particolari, è dotata di un piccolo patio privato attrezzato con tavolino e sedie per godere di una colazione vista natura. Alla camera si accede tramite un’ampia vetrata che non lascia mai in disparte la bellezza del territorio circostante e al suo interno troviamo tutto il necessario per un soggiorno relax, compresa un’ampia vasca da bagno per rilassarsi in serata.

La colazione rigorosamente a base di prodotti tipici locali e di un delizioso succo di mela prodotto all’interno dell’agriturismo è un vero e proprio viaggio nei sapori tipici del territorio, l’ideale per ricaricarsi in vista di una giornata ricca di escursioni.

Un aspetto che abbiamo apprezzato particolarmente? L’Agriturismo La Dolce Mela è una struttura 100% pet friendly, gli amici a 4 zampe sono i benvenuti in tutti gli ambienti e possono godere anche loro del magnifico relax offerto dalla Valle dei Laghi.

Blog post in collaborazione con Agritur La Dolce Mela

SHARE:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao, sono Chiara! Una viaggiatrice instancabile, sostenitrice del turismo di prossimità e sempre a caccia di mete insolite. Chi ha detto che bisogna per forza andare lontano per scovare posti meravigliosi?
Conosciamoci meglio

Iscriviti alla newsletter

Social Media
#Turismoinrassegna