Itinerari italiani

Firenze insolita: 10 indirizzi da non perdere

Firenze-insolita-10-indirizzi-da-non-perdere

Dal patrimonio artistico indiscusso, Firenze è una di quelle città che è possibile visitare più e più volte scoprendo sempre qualcosa di nuovo. Per cui siete pronti a scoprire una Firenze insolita?

Oltre ai punti di interesse conosciuti in tutto il mondo, Firenze ne racchiude tanti altri meritevoli di attenzione e lontani dalle solite rotte turistiche.

Ho preparato per voi una mappa interattiva grazie alla quale potrete creare il vostro itinerario avendo modo di capire a colpo d’occhio quali sono i punti di interesse più vicini tra loro. 🙂

Ma non solo! Chi cerca informazioni brevi sui luoghi da visitare, cliccando sulle icone visualizzerà una descrizione essenziale, utile per valutare se è il caso di mettersi in marcia per scoprirlo! 🙂

Naturalmente da mobile conviene cliccare sulle freccette in basso a destra e ruotare il telefono per una visualizzazione ottimale 🙂

A questo punto siete pronti per conoscere nel dettaglio i 10 indirizzi da non perdere a Firenze!

Giardino Bardini

Se amate la natura e le viste panoramiche non potete perdervi una visita al Giardino Bardini, considerato uno dei più bei punti panoramici di Firenze. La vista sulla cupola del Brunelleschi è davvero singolare, sembra di toccarla! ⁣Potete farvi un’idea guardando l’immagine di copertina di questo articolo 🙂

Appartenuto da sempre a ricche famiglie, la particolarità del Giardino Bardini è data dall’armonica sintonia tra i tre giardini che si differenziano per epoca e stili. Quello che cattura da subito l’attenzione appena arrivati è senza dubbio il giardino all’italiana con la sua imponente e ripida scalinata barocca. Ma la bellezza non finisce qui e la si può ammirare anche attraversando il bosco all’inglese con i suoi singolari elementi esotici oltre che passeggiando nell’ampio parco agricolo dove protagonista indiscusso è lo splendido pergolato di glicini.

Un altro buon motivo per visitare Giardino Bardini? É un punto di osservazione privilegiato per ammirare da una prospettiva inedita la bellezza della Basilica di San Miniato al Monte!

Torre di Arnolfo

A Firenze tutti visitano Palazzo Vecchio e del resto come potrebbe essere altrimenti? Ma in pochi sanno che dalla Torre di Arnolfo e dall’alto dei suoi 95 metri si può godere di uno dei più bei panorami sulla città. ⁣

Per arrivare in cima bisogna affrontare gli oltre duecento scalini ma lo spettacolo che troverete ad accogliervi saprà senza dubbio ripagarvi della fatica. Una curiosità per gli amanti della storia: salendo le scale della Torre di Arnolfo noterete una piccola cella all’interno della quale furono rinchiusi sia Cosimo detto il Vecchio nel 1433 che Girolamo Savonarola nel 1498. In città amano far notare una cosa: la stessa cella ospitò due destini tanto diversi, quello glorioso di Cosimo che diede inizio alla dinastia dei Medici e quello tragico di Savonarola che fu condannato al rogo per eresia.

Torre di Arnolfo Firenze

Sinagoga ebraica

Tra le più belle d’Italia, la Sinagoga è un punto di interesse che affascina inevitabilmente per il suo meraviglioso stile esotico moresco, da non perdere in un itinerario alla scoperta di una Firenze poco conosciuta. ⁣

Inaugurata nel 1882, è uno dei monumenti più visibili dai vari punti panoramici della città. Dopo aver catturato l’attenzione con la particolarità della sua facciata, non delude i visitatori neppure al suo interno grazie alle decorazioni geometriche dei suoi affreschi e all’indubbia bellezza dei suoi mosaici.

Dal 1981 il percorso di visita alla sinagoga comprende anche il Museo Ebraico allestito su due piani all’interno dei quali viene custodita una ricca collezione di oggetti cerimoniali d’arte ebraica e una sala dedicata alla memoria della Shoah.

Sinagoga ebraica di Firenze

Torre di San Nicolò

In Piazza Poggi, proprio al di sotto della suggestiva terrazza di Piazzale Michelangelo (indiscusso quanto noto punto di interesse a Firenze), svetta dall’alto dei suoi soli 45 metri la Torre di San Niccolò. La conoscono in pochi ma rappresenta uno dei punti panoramici più inediti della città. A prima vista sembra una torre come tante altre, ma in realtà è una delle antiche porte di Firenze tuttora ben conservata, anche se i merli furono ricostruiti dopo la seconda Guerra Mondiale.⁣

Piccola farmacia letteraria

Una Firenze insolita per gli amanti della lettura?

Ecco allora che non può mancare una visita alla Piccola Farmacia Letteraria, un rifugio delizioso che si basa sulla filosofia di un buon libro come rimedio per “curare” qualsiasi stato d’animo. Raccontando le proprie emozioni alla sua proprietaria, lei sarà ben lieta di indicarvi la “cura” migliore per voi e un souvenir inedito di Firenze da portare a casa o da regalare ad un’amica.
Il merito è tutto di Elena Molini, proprietaria di questo singolare angolo di benessere cittadino. L’idea è nata qualche anno fa dopo una lunga esperienza nel settore e dalla sensibilità nel sapere consigliare i libri in base allo stato d’animo dei visitatori.

Giardino delle Rose

Situato sulle scale che conducono al Piazzale Michelangelo, è difficile avere la fortuna di trovare aperto il Giardino delle Rose. Eppure durante la stagione della fioritura, da maggio a giugno, se si ha la fortuna di beccare il momento giusto non ci si può perdere una passeggiata rilassante laddove i monumenti di Firenze si stagliano tra le oltre 350 varietà di rose.

Giardino delle Rose a Firenze

La street art di Exit

Girovagando in centro è impossibile non notare gli omini stilizzati e dal carattere narrativo di Exit, street artist italiano che insieme a Clet si contende le vie di Firenze. ⁣Classe 1990, i suoi lavori partono da qui ma ben presto assumono una connotazione internazionale conquistando i muri di Lisbona, Bruxelles, Valencia, Barcellona e Amsterdam.

I suoi omini raccontano con estrema delicatezza storie che evocano sogni e paure dell’uomo moderno. Divertitevi a scovarli tra le strade di Firenze!

Exit e la street art a Firenze

Forte di Belvedere

Il nome lascia intendere facilmente sia l’origine storica di questo edificio che la sua caratteristica più amata in tempi moderni, ovvero il panorama su Firenze che si gode dalla sua posizione sopraelevata. ⁣

Il Forte di Belvedere fu progettato alla fine del Cinquecento alla sommità del Giardino di Boboli con un chiaro intento difensivo per proteggere l’Oltrarno e la residenza medicea di Palazzo Pitti.

Quello che dal 2013 è divenuto la sede ufficiale delle mostre di arte contemporanea internazionale, è un punto di interesse di grande importanza in città poiché rappresenta l’ultima tappa del Corridoio Vasariano, costruito per collegare Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti e al Giardino di Boboli attraverso una serie di corridoi, ponti e giardini.

Tepidarium del Roster

Tra gli indirizzi di una Firenze alternativa non può mancare questa meravigliosa serra in stile liberty, la più grande di Italia! ⁣

Costruito dall’ingegnere architetto Giacomo Roster nella seconda metà dell’800, il Tepidarium racconta una Firenze sconosciuta ai più e dai tratti storici, artistici ed esotici. In occasione della sua realizzazione rappresentò il centro di un grande progetto di orticultura da esposizione. Oggi la sua bellezza viene offerta in concessione ad uso temporaneo per eventi pubblici e privati. In tanti la scelgono anche per celebrare il matrimonio!

Tepidarium di Firenze

Torre della Zecca

Laddove un tempo venivano coniate le monete fiorentine grazie all’uso di magli azionati dal flusso dell’acqua del fiume, oggi si gode di una prospettiva insolita sull’Arno.

Questo itinerario alla scoperta di una Firenze insolita si chiude con quest’ultima curiosità legata alla Torre della Zecca, una delle torre terminali poste a difesa della città.

Seppur alta solo 25 metri, una volta raggiunta la sommità priva della merlatura difensiva, offre una prospettiva davvero singolare e poco conosciuta dell’Arno.

Torre della Zecca a Firenze

Se quest’itinerario vi è piaciuto continuate a seguire il nostro blog e i nostri canali social su Facebook, Instagram, Twitter e Pinterest! 🙂

Leave a Comment