Cosa vedere alla Cattedrale di Anagni

Cripta di San Magno

Tutti conoscono Anagni come “La città dei Papi” ma in pochi sanno che il suo centro storico racchiude una gemma di incredibile bellezza. Stiamo parlando della Basilica di Santa Maria Annunziata, la splendida Cattedrale di Anagni, la cui architettura sobria nasconde nel cuore dei suoi sotterranei una cripta tanto speciale da essersi meritata il titolo di “Cappella Sistina del Medioevo”. Se vi state chiedendo cosa vedere alla Cattedrale di Anagni e perché dovreste visitarla allora siete nel posto giusto.

La Cripta della Cattedrale di Anagni: viaggio alla scoperta della Cappella Sistina del Medioevo

Dall’aspetto tanto sobrio quanto imponente, la Cattedrale di Anagni si mostra ai visitatori con una facciata in stile romanico emiliano-lombardo realizzata in pietra tartara e accompagnata dal suo campanile romanico che domina l’area antistante con i suoi 30 metri di altezza. Le origini della Cattedrale affondano le radici tra gli anni 1072-1104 quando fu costruita per volere del vescovo Pietro da Salerno. L’interno è diviso in tre navate e cattura subito l’attenzione per la pregevole bellezza della pavimentazione cosmatesca risalente al XIII secolo. Testimone di numerosissimi eventi storici, la Cattedrale di Anagni oggi offre ai visitatori un percorso museale particolarmente ricco che conduce alla scoperta di ben 11 punti di interesse. Si parte dalla Biblioteca che ospita 1814 volumi datati dal XV al XX secolo fino a raggiungere la protagonista per eccellenza dell’intero percorso: la Cripta di San Magno.

L’accesso ai sotterranei della Cattedrale di Anagni riserva una sorpresa eccezionale: la meravigliosa conservazione di un ricco ciclo di affreschi di ben 540mq, risalente tra la fine del XII secolo e la metà del XIII e dedicato alla Salvezza dell’uomo, dall’origine fino al giorno del giudizio. Si tratta non a caso di una delle eredità più preziose del Medioevo, una vera rivelazione per la maggior parte dei visitatori.

La Cripta di San Magno è suddivisa in tre navate con dodici colonne che danno vita a ventuno volte interamente affrescate. Inutile dire che il colpo d’occhio ha dell’incredibile, grazie anche alla perfetta conservazione della pavimentazione cosmatesca.

Il biblista Gianfranco Ravisi l’ha definita “la piccola Sistina sotterranea” e visitandola è facile intuirne il motivo.

Museo della Cattedrale di Anagni: orari e biglietti

Il Museo della Cattedrale di Anagni è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 da novembre a marzo; dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 da aprile ad ottobre. L’accesso al percorso museale è consentito fino a 45 minuti prima della chiusura. Sul sito ufficiale sono disponibili tutte le informazioni nel dettaglio e la comunicazione di eventuali chiusure.

Il biglietto di ingresso ha un costo di 9 euro (intero) e consente la visita del percorso completo costituito da Biblioteca, Sala Capitolare, Sagrestia Nuova, Sagrestie, Tesoro Antico, Cappella del Salvatore, Cappella Caetani, Ambulacro, Oratorio di San Thomas Becket, Cripta di San Magno, Lapidario e collezione archeologica.

Blog post in collaborazione con Viral Passport e Cattedrale di Anagni

SHARE:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao, sono Chiara! Una viaggiatrice instancabile, sostenitrice del turismo di prossimità e sempre a caccia di mete insolite. Chi ha detto che bisogna per forza andare lontano per scovare posti meravigliosi?
Conosciamoci meglio

Iscriviti alla newsletter

Social Media
#Turismoinrassegna