L'emozione di un viaggio

L'emozione di un viaggio

EuropaFranciaProvenza

Provenza on the road: il tour per ammirare la fioritura della lavanda – 1° tappa: Valensole

Provenza on the road

“Ci sono tesori da scoprire in questa terra che non ha ancora trovato un interprete all’altezza delle ricchezze che rivela” Paul Cezanne

Un viaggio on the road alla scoperta della Provenza durante la fioritura della lavanda era uno di quei sogni che ho tenuto a lungo nel cassetto, in attesa del momento giusto per chiudere finalmente le valigie e partire alla volta della Francia.

Chi mi conosce sa benissimo quanto io sia una grande appassionata di lavanda e stile provenzale e proprio come avevo sempre immaginato, questo viaggio mi è entrato nel cuore!

Valensole_fioritura lavanda

Partiamo dall’inizio: la Provenza è splendida tutto l’anno e complice il clima sempre mite è una destinazione molto gettonata in qualsiasi momento, ma per ammirare la fioritura della lavanda il periodo giusto è solo uno e varia da giugno ad agosto a seconda delle aree che si vogliono visitare. La fioritura infatti viene particolarmente influenzata dalla posizione geografica e dalle condizioni meteorologiche che di anno in anno caratterizzano il luogo.

Per cui, appurato che i mesi estivi sono quelli da scegliere, il primo consiglio è quello di consultare periodicamente i siti degli enti del turismo che forniscono informazioni puntuali in tal senso e grazie ai quali è possibile conoscere anche quando si terranno le feste tipiche dedicate alla lavanda. Attenzione però, queste ultime sanciscono l’inizio della raccolta, quindi è importante tenerne conto quando si pianifica l’itinerario.

Per organizzare al meglio il nostro tour, ho trovato molto utile questa mappa pubblicata su Moveyouralpes che fornisce indicazioni precise sul periodo di fioritura a seconda delle zone di interesse. Ufficialmente quindi, il periodo generalmente consigliato per visitare la Provenza in fiore è dal 20 giugno al 10 agosto.

Mappa fioritura lavanda_provenza

1° tappa – Plateau de Valensole 

Partiti da Milano, la prima tappa del nostro on the road in Provenza ci ha portati a Valensole: scegliendo la litoranea che percorre tutta la Liguria e attraversa la Costa Azzurra, abbiamo percorso 525 km per un totale di circa 6 ore di viaggio. Volendo accorciare la distanza (anche se le tempistiche variano di pochissimo) è possibile anche seguire le indicazioni per Torino e superare il confine attraverso il traforo autostradale del Frejus, ma occhio al pedaggio.

In questo modo la distanza si ridurrà a 443 km ma il costo sarà piuttosto elevato: per quanto riguarda le auto, si parla di 45,20 euro per la sola andata e di 56,30 euro per l’andata e ritorno. In quest’ultimo caso, tenete presente che la validità scade alle ore 24:00 del settimo giorno successivo a quello di emissione (per altre info, date un’occhiata al sito ufficiale).

Mappa Milano Valensole

Tornando all’itinerario, abbiamo puntato subito su Valensole perché è indubbiamente la città della lavanda per eccellenza e sicuramente il luogo più bello in cui poter ammirare la fioritura in tutto il suo splendore! Spesso guardando le foto mi veniva il dubbio che si trattasse di fotoritocchi un po’ eccessivi, come capita spesso di vedere su Instagram e invece una volta arrivati….sono rimasta letteralmente a bocca aperta! Valensole è magia pura!

Posizionata sulla cima di un altopiano, offre uno spettacolo veramente indescrivibile….i cespugli di lavanda sono così folti e immensi che si perdono all’orizzonte regalando colori magici in qualsiasi momento della giornata. Tutti consigliano di scegliere l’alba o il tramonto per apprezzarli al meglio, ma io li ho trovati veramente emozionanti in qualsiasi momento della giornata!

Provenza_Valensole_fioritura lavanda

Inutile dire che con una simile abbondanza, il profumo che si respira lungo i campi è semplicemente inebriante.

Fermatevi per un po’ e godetevi la meraviglia dei campi e del loro incredibile colore immersi nel silenzio circostante…. un relax incredibile!

Provenza on the road_Valensole_lavanda

Provenza_strada della lavanda_Francia

Ovviamente tutto questo non piace soltanto a noi, ma attira moltissimi insetti! 😀 Pur essendo particolarmente timorosa in tal senso, posso garantirvi che la meraviglia dei colori e la perfezione dei fiori è tale che l’attenzione ne viene interamente catturata. Ben presto non noterete più nemmeno il forte ronzio che si percepisce nei campi!

Anzi vi diro di più, è stata un’occasione unica per divertirmi a scattare delle bellissime macro alle api super laboriose che saltavano di fiore in fiore (in realtà il trucco c’è…ho un obiettivo 18-140 che mi ha permesso di avvicinarmi ma sempre a distanza di sicurezza! :D)

Fioritura_lavanda_valensole

Valensole_strada della lavanda_api

Ho amato Valensole già per quello che evoca il suo nome ed infatti il clima particolarmente soleggiato che la caratterizza, rende possibile delle vere e proprie esplosioni di colori. Qui infatti la natura dà il meglio di sé non soltanto per il lilla-viola della lavanda ma anche per il giallo intenso dei campi di girasoli e di grano che si susseguono uno dopo l’altro creando un contrasto cromatico semplicemente spettacolare!

Viaggio_provenza_girasoli_lavanda_valensole

Il centro storico 

Dopo esserci inebriati tra i campi di lavanda scattando foto meravigliose, abbiamo raggiunto il centro storico di Valensole. Qui tutto è colorato e prodotti e souvenir a base di lavanda dominano le viuzze di questo piccolissimo paesino. Per gli amanti del genere, un’occasione da non perdere per portare a casa un ricordo profumato della Provenza.

Valensole_centro storico_provenza

Valensole_centro storico_provenza

Travel tips: in estate e in particolar modo a luglio,  il tramonto avviene intorno alle 21.20 – 21.30. Approfittatene per cenare prima (anche perché a Valensole i ristoranti chiudono presto) e per godervelo al massimo…i colori morbidi ma intensi al tempo stesso restano nel cuore…non avrei mai pensato di restarne così tanto colpita ma immagino che queste foto parlino da sole e non ci sia bisogno di aggiungere altro! *-*

Dopo una vera e propria full immersion nei campi di Valensole, il giorno seguente ci siamo rimessi in cammino per raggiungere la nostra seconda tappa…siete curiosi di scoprirla?

Se questo foto racconto vi è piaciuto, continuate a seguirci per scoprire insieme a noi le altre mete da non perdere della Provenza! 🙂Valensole_centro storico_provenzaProvenza_tour della lavanda_FranciaProvenza_tour_lavanda_Francia

Con questo articolo vorrei vincere un posto per il Blogging Camp

Travel Tips

Perché scegliere un’assicurazione di viaggio: come partire tranquilli senza spendere una fortuna

Come scegliere assicurazione di viaggio_Intermundial
Blog post in collaborazione con Intermundial

Qual è la prima cosa che fate quando la meta tanto sognata diventa finalmente fattibile?

Io inizio subito a documentarmi su quanti giorni sono necessari per visitarla al meglio, sul budget minimo da prendere in considerazione, sul tipo di viaggio che mi aspetta magari leggendo le opinioni di altri viaggiatori e sulle attività da non perdere una volta arrivati a destinazione.

Generalmente, sono molto attenta alla scelta della compagnia aerea e all’hotel in cui alloggerò e mi piace particolarmente iniziare ad “esplorare” virtualmente la nuova meta anche da un punto di vista culinario, per farmi un’idea di base delle tradizioni locali e dei piatti tipici da assaggiare.

Ma a conti fatti, spesso nell’organizzazione di un viaggio si tende ad avere la classica euforia che non permette di essere lungimirante e di ipotizzare anche eventuali imprevisti.

Quanti di voi acquistano un’assicurazione prima di chiudere il trolley e raggiungere l’aeroporto?Come scegliere un'assicurazione di viaggio_Intermundial

Il più delle volte ci si chiede se effettivamente ne valga la pena, se non sia troppo onerosa e se sia realmente necessaria in relazione al tipo di viaggio, ma in realtà bisognerebbe rendersi conto che un’assicurazione ti mette nella condizione di partire con maggior tranquillità, affrontando anche eventuali imprevisti con serenità.

Se effettivamente una volta stipulare un’assicurazione di viaggio poteva rivelarsi troppo oneroso e di conseguenza la maggior parte delle persone (tipo me) preferiva in un certo senso “correre il rischio”, oggi fortunatamente non è più così e i costi sono alla portata di tutte le tasche.

E’ chiaro che prima di scegliere una polizza bisogna valutare accuratamente anche il “grado di rischio” del paese che si andrà a visitare, documentandosi ad esempio sul classico discorso delle spese mediche che in alcuni paesi, come gli Stati Uniti, possono rivelarsi particolarmente costose.

Personalmente, un aspetto che mi preoccupa sempre quando viaggio è ovviamente il rischio di smarrire il bagaglio 😀 Può essere un problema arrivare a destinazione, attendere la valigia al nastro e non vederla arrivare e questo ovviamente, non soltanto in termini affettivi ma soprattutto organizzativi. E’ pur vero che, cerco sempre di tutelarmi in tal senso inserendo i beni di prima necessità nel bagaglio che posso portare sicuramente con me in cabina, ma effettivamente è un rischio che non vale la pena di correre.

Proprio per questa mia fobia da valigia smarrita, ho trovato interessante l’assicurazione di viaggio Totaltravel proposta da Intermundial che, a partire da 21,29 euro offre una copertura completa per i problemi più comuni che potrebbero verificarsi durante una vacanza.

Pur offrendo un prezzo vantaggioso, questo tipo di assicurazione copre qualsiasi viaggio in qualsiasi parte del mondo della durata compresa tra 1 e 90 giorni, offrendo assistenza medica internazionale, una protezione completa per i bagagli e molto altro.

A tal proposito, un aspetto a mio parere molto importante è che con la Totaltravel, qualora non fosse possibile riuscire ad esempio a recuperare il bagaglio smarrito nelle prime 12 ore, si avranno a disposizione fino a 350 euro per sopperire alla mancanza e di conseguenza all’acquisto dei beni di prima necessità.

Sul sito ufficiale della compagnia, è possibile calcolare accuratamente il costo dell’assicurazione e personalizzarla in base alle caratteristiche del proprio viaggio.

Se invece siete interessati ad una soluzione ancora più economica, è disponibile anche la Totaltravel Mini che pur offrendo ovviamente delle quote assicurative di valore economico inferiore rispetto alla Totaltravel, consente ugualmente di viaggiare con serenità, senza incidere sul budget: i prezzi partono da 14,84 euro! J

A tal proposito, ho trovato particolarmente utile questa infografica che permette di schiarirsi le idee sulla percentuale di costo da sostenere effettivamente per un’assicurazione Intermundial.

Spero possa esservi utile 🙂assicurazione di viaggio_intermundial

Travel Tips

L’importanza di stampare le fotografie: i nostri ricordi in un fotolibro fai da te Cheerz

Fotolibro fai da te_Cheerz

“Se tenete ad una foto, stampatela!” ha detto qualche anno fa Vint Cerf, uno dei padri fondatori di Internet.

Se ci fermiamo un attimo a pensare, ci rendiamo conto che la facilità con cui scattiamo foto offertaci dall’avvento del digitale ci ha messo sì nella condizione di realizzare una quantità infinita di scatti, ma quanti di questi conserviamo davvero al riparo dal tempo?
Ho sempre amato la fotografia per la sua capacità di far rivivere in ogni momento la cosa più importante che il passato ci lascia: i nostri ricordi.
Le sensazioni, gli attimi, gli sguardi racchiusi in una foto non torneranno mai più indietro e bisogna averne cura.

Stampare foto_Cheerz

Anni fa, quando ero a casa e avevo un po’ di tempo libero, mi piaceva tantissimo aprire i cassetti del salotto e tuffarmi in quel mare di fotografie, sorrisi e momenti felici che i miei genitori avevano collezionato e custodito nel tempo, trasformando quegli istanti in ricordi tangibili, da tenere tra le mani e conservare per sempre.
Oggi mi rendo conto invece che in una vita sempre più frenetica e costantemente proiettata all’ultima innovazione, in un certo senso stiamo perdendo una parte di noi stessi rinunciando alle fotografie e affidando la nostra memoria solo ed unicamente ai supporti digitali, ma nessuno ci garantisce che funzioneranno per sempre.
Perché rischiare di perdere tutto? Sempre lui, Vint Cerf, ha parlato non a caso di deserto digitale.
Prima stampare fotografie era un’abitudine imprescindibile per me e per anni ho collezionato album su album… poi un po’ per la mancanza di tempo, un po’ per lo spazio che occupavano i miei mega volumi da 300 scatti, non l’ho più fatto…. ma il timore di perdere tutto mi ha fatto riflettere e ho deciso di provare a rimediare 🙂

Certo, è chiaro che rispetto ai tempi del rullino è necessario dedicarsi ad una accurata selezione prima della stampa , soprattutto se si ha una passione smodata per la fotografia come me!
Ad Amsterdam, ad esempio, ho scattato più di 1600 fotografie ma i ricordi migliori di quei 5 giorni tanto attesi, sono finalmente racchiusi in un fotolibro Cheerz e sapete qual è la sua particolarità? 🙂

Non è il classico fotolibro dove le foto vengono stampate a tutta pagina. Si tratta invece di un fotolibro fai da te: scegli il formato, le foto e lo stile ed ecco fatto 🙂 Sono necessari solo un paio di giorni e il fotolibro arriva a casa, pronto per essere personalizzato e composto a proprio piacimento in ogni suo dettaglio.
In questo modo, tra i ricordi di viaggio, i biglietti dei luoghi visitati e qualche souvenir qui e là, ogni fotolibro racconterà una storia a 360 gradi e nella maniera più personale possibile: un vero e proprio scrigno di ricordi da vivere e rivivere in ogni momento per non dimenticare mai la strada percorsa e chi l’ha condivisa con noi.

fotolibro_cheerz_recensione

Itinerari italianiMilano da scoprire

Ar.se – Il Percorso dei Segreti: la nostra visita alla Ca’ Granda di Milano con Neiade Tours

Sepolcreto Ca' Granda_Milano_ArSe

E’ stato inaugurato solo da pochi mesi Ar.Se, il Percorso dei Segreti che a gennaio di quest’anno per la prima volta ha aperto al pubblico i battenti dell’Archivio Storico e del Sepolcreto della Ca’ Granda, uno degli ospedali più antichi di Italia che racconta la storia di Milano. 

Un’occasione unica per scoprire la città da una prospettiva inedita in compagnia degli esperti forensi del Labanof che accompagnano il visitatore in un suggestivo tour notturno.

Il Percorso dei Segreti ArSe Milano

La visita ha inizio con l’accesso al meraviglioso Archivio Storico e alla Sala del Capitolo che al suo interno custodisce tutti i documenti dalla sua fondazione risalente al 1600 fino ai giorni nostri. L’ambiente non lascia spazio all’indifferenza, colpisce subito per la presenza dei volumi antichi e per i meravigliosi affreschi che lo caratterizzano.

Archivio Storico Ca' Granda Milano

Il Percorso dei Segreti_ArSe_Archivio Storico

Il Percorso dei Segreti_ArSe_Archivio Storico

Dichiarato non a caso “Luogo del Cuore” dal FAI, la particolarità di quest’Archivio è data dalla presenza di lettere  e pergamene firmate da personaggi che hanno fatto storia, tra cui spiccano i nomi di Leopardi e Napoleone.

Dopo aver visitato l’Archivio, siamo pronti ad immergerci nel Sepolcreto: in questo luogo silenzioso e buio vengono ospitate le anime e quel che resta di 150.000 pazienti dell’Ospedale che furono deposti tra il 1637 e il 1695. Inutile dire quanto sia forte la suggestione che si prova nell’accedervi.  Qui è facile notare sul pavimento la presenza di numerosi tombini, le aree di accesso mediante le quali venivano scaricati i corpi dei defunti.

Il percorso dei segreti_arse_scheletriArSe Milano

Durante il percorso, la guida ne ha aperto uno per mostrarci i resti ossei che giacciono tra le macerie in attesa di essere esaminati per scoprirne tutti i segreti.

Un aspetto particolarmente interessante della visita è la lezione di antropologia della guida del Labanof che ha saputo spiegarci con dovizia di particolari come vengono effettuati gli studi sui reperti ossei al fine di valutarne sesso, età, malattie del defunto.

Oltre che dei malati della peste, sono state ospitate qui per diverso tempo anche le spoglie dei caduti delle Cinque Giornate.

E’ una vera fortuna che questi luoghi siano tornati alla luce perché hanno davvero tantissimo da raccontare e dopo quest’esperienza davvero suggestiva, non possiamo che consigliarvi di inserire nella lista delle cose da vedere a Milano anche il Percorso dei Segreti 🙂

INFORMAZIONI PRATICHE – Il percorso dei segreti è accessibile ad ogni ora dal mercoledì al venerdì dalle 17 alle 22, il sabato dalle 15 alle 22 e la domenica dalle 14 alle 21. Il biglietto intero ha un costo di 12 euro ma acquistandolo online si può risparmiare il 25% 🙂 I bambini fino ai 14 non pagano. Noi abbiamo scelto il tour notturno che viene riproposto in esclusiva solo durante alcuni weekend: in questo caso, il biglietto ha un costo di 24 euro e la visita inizia alle 22 e ha una durata di circa un’ora. La prenotazione online è obbligatoria.

Per maggiori informazioni, visitate il sito di Neiade Tours 🙂

Il Percorso dei Segreti_Archivio Storico_Sepolcreto_Arse_Milano

Royd

Travel Tips

6 app di viaggi da scaricare gratis in vista delle vacanze

6 app di viaggi gratis utili

Abituati come siamo ad avere sempre tutte le informazioni che ci occorrono in tempo reale, il discorso di certo non cambia quando siamo in viaggio, anzi!

In un paese nuovo, in una città mai visitata, l’esigenza di tenere tutto sotto controllo aumenta e in questo lo smartphone può rivelarsi un prezioso compagno di viaggio 🙂

Oggi voglio segnalarvi quelle che sulla base di esperienze personali, mi sono sembrate le app più utili da installare prima di partire per una nuova meta.

MyWoWo

Ve l’avevamo presentata qualche mese fa, ma dopo averla sperimentata in varie occasioni non poteva mancare. L’app di MyWoWo può essere definita come un accompagnatore personale multilingue che in qualsiasi momento è pronto a fornire informazioni preziose sulla città o sul punto di interesse che si sta visitando. L’aspetto interessante è che dopo aver scaricato la guida della città di destinazione, questa può essere fruita anche offline, senza consumare gigabyte 🙂 Il funzionamento è molto semplice: dopo averla scaricata, è sufficiente selezionare il contenuto che verrà salvato nella sezione “I miei download”, indossare le cuffiette e il gioco è fatto! A questo punto lo smartphone è pronto per diventare un’audioguida, senza costi aggiuntivi ed evitando le code per il noleggio degli apparecchi classici.  L’applicazione è scaricabile gratuitamente sia per Android che per iOS.

Immagine screenshot

Currency – Convertitore di valute facile

Quando si visita un paese in cui la moneta corrente non è l’euro, può diventare complicato riuscire a stimare correttamente le spese da affrontare durante il viaggio. Tra i tanti convertitori di valute disponibili negli app store, ho trovato davvero efficiente l’app Currency, disponibile gratuitamente sia per Android che per iOS. Il funzionamento è  semplice: basta selezionare la valuta di origine e quella di cambio (o viceversa) e all’istante verrà visualizzata la conversione aggiornata. L’app funziona perfettamente anche offline 🙂

Immagine screenshot

Citymapper

Perdersi tra le strade di una nuova città è fantastico per scoprirne spesso i luoghi più caratteristici e meno affollati, ma quando si ha la necessità di ritrovare la bussola Citymapper è l’app perfetta! 😀 Ribattezzata dal Corriere della Sera come “il maggiordomo del trasporto pubblico”, Citymapper offre l’opportunità di pianificare gli spostamenti in città valutando tutte le modalità di trasporti disponibili tra a piedi, in metro, autobus, treno, Uber, taxi, Car2Go carsharing o in bici. Basta selezionare il punto di arrivo e di partenza (l’app rileva anche direttamente i punti di interesse o i nomi di hotel e locali della città) e nel giro di un istante si potrà scegliere l’opzione migliore valutandone costi e tempi di percorrenza. L’aspetto più incredibile di quest’app è l’opportunità di conoscere in tempo reale quando arriverà l’autobus, il tram o la metro di interesse per quel determinato percorso, così da scegliere anche in base a questo su quale salire per risparmiare tempo ed inutili attese alla fermata 🙂 Citymapper ha davvero rivoluzionato gli spostamenti in città, a maggior ragione quando si è in viaggio e non si conoscono i percorsi. Promossa a pieni voti e in più disponibile gratuitamente sia per Android che per iOS.

Immagine screenshot

PackPoint

Quante volte capita di pensare e ripensare alle cose necessarie da portare in viaggio, ma poi alla fine si finisce sempre per dimenticare qualcosa? PackPoint è stata definita “l’app che prepara i bagagli al posto tuo!” ed effettivamente può rivelarsi molto utile quando si hanno tante cose da ricordare o quando ci si prepara ad un viaggio particolarmente lungo. Una volta installata, l’app va configurata con il sesso del viaggiatore, il luogo di destinazione, la durata e il tipo di viaggio (scegliendo tra viaggio d’affari o vacanza). A questo punto, l’app suggerirà automaticamente una serie di attività a cui ci si potrà dedicare una volta arrivati e selezionando quelle di interesse, verrà mostrata una lista di oggetti che non possono mancare in valigia. Alcuni di essi vengono suggeriti addirittura in base alle previsioni meteo! Eccetto qualche errore di traduzione in italiano, è un’app molto utile per evitare sgradite dimenticanze! L’app è disponibile gratuitamente sia per Android che per iOS.

Immagine screenshot

BagBnB

Quanto è scomodo trovarsi a visitare una città con i bagagli al seguito quando si è effettuato il check out ma mancano ancora diverse ore alla partenza del volo? Personalmente è una cosa che detesto e per questo mi è sembrata subito utilissima quest’app che consente di lasciare le valigie presso il deposito più vicino al proprio punto di interesse. Il servizio è sicuro, economico e affidabile ed ha un costo di soli 5 euro al giorno per ogni singolo bagaglio. Comodo no? 🙂

Immagine screenshot

Zanichelli – Parole in Viaggio

Riuscire a comunicare o quantomeno a farsi capire nelle conversazioni essenziali è fondamentale per viaggiare in tranquillità e riuscire a fronteggiare eventuali imprevisti. Al posto dei classici mini vocabolari da viaggio, Zanichelli ha lanciato “Parole in viaggio”, l’app che aiuta ad esprimersi correttamente per affrontare le classiche situazioni da vacanza all’estero, dal check in in hotel, ad un pomeriggio di shopping o alla cena al ristorante ecc.

L’aspetto davvero interessante è che una volta scaricata l’app è totalmente fruibile anche offline e offre 3500 parole e frasi con pronuncia audio, nonché un dizionario costituito da circa 30.000 voci.

Oltre ovviamente all’inglese, l’app in versione completa è attualmente disponibile in spagnolo, francese, tedesco, russo, portoghese e giapponese al costo di 3.99 euro ma  se volete sperimentarla un pochino prima di acquistarla è disponibile anche una versione di prova gratuita che consente di dare un’occhiata alle funzionalità offerte 🙂

Immagine screenshot

E per voi quali sono le app davvero utili in viaggio?

Se questo blog post vi è piaciuto, condividetelo sui social 🙂

 

 

Itinerari italianiLago Maggiore

Cosa vedere sul Lago Maggiore: la Rocca Borromea di Angera

Lago Maggiore_cosa vedere

“Se il turista vorrà continuare lungo la strada, potrà arrivare a godere di una bella vista del castello..”
(S. Butler, 1882)

Quando abbiamo voglia di una breve fuga da Milano, il Lago Maggiore è sempre in cima alle nostre preferenze per la bellezza del suo territorio che è sempre un piacere ritrovare, ancor di più nel periodo della primavera e dell’estate.

Questi piccoli borghi sul lago infatti, rifioriscono letteralmente a partire dal periodo di Pasqua e fino alla fine di settembre, offrendo eventi, escursioni e tanti punti di interesse culturale che vale davvero la pena visitare.

Dopo esserci stati tante e tante volte negli ultimi anni, possiamo dire oramai di conoscere piuttosto bene il Lago Maggiore ma nonostante una tappa mancava all’appello già da un po’: la Rocca Borromea di Angera!

Rocca Borromea di Angera - Lago Maggiore

Lago Maggiore_Rocca di Angera

Situata sul versante lombardo del Lago Maggiore, la Rocca Borromea di Angera è una delle poche fortificazioni medievali ad essersi conservata perfettamente a dispetto del tempo.

La sua maestosità e la posizione dominante sulla sponda meridionale del lago la rendono davvero suggestiva e ben visibile anche a distanza. Nonostante l’altezza, la Rocca è comodamente raggiungibile in auto fin su dove c’è un bel parcheggio grande e gratuito.

Una volta entrati dentro la vista panoramica che si gode dalle terrazze colpisce subito e la tranquillità del lago regala un effetto relax immediato 😉

Cosa vedere_Lago_Maggiore_Rocca Borromea di AngeraRocca Borromea di Angera_Lombardia

Visitare il Lago Maggiore in LombardiaVisita alla Rocca Borromea di Angera

Il percorso di visita prosegue con la visita alle Sale Storiche, già di per sé bellissime, ma per noi che le abbiamo viste allestite per un matrimonio che si sarebbe tenuto in serata, l’effetto visivo è stato ancora più bello! Tra bouquet di fiori freschi e candele ovunque,  l’atmosfera degli ambienti era davvero elegante e raffinata, proprio un matrimonio da fiaba a dir la verità 🙂

Rocca Borromea_Lombardia

Sale storiche_Rocca di Angera

In pochi sanno che la Rocca di Angera ospita al suo interno il Museo della Bambola e del Giocattolo più grande di Europa! Un’occasione per scoprire l’evoluzione del gioco attraverso le stoffe e i dettagli che li hanno caratterizzati nel corso degli anni. A noi non è piaciuto più di tanto, la vista dalle terrazze panoramiche è impareggiabile e abbiamo preferito trascorrere qui buona parte del tempo dedicato alla nostra visita 🙂

Restando in ambito outdoor, altrettanto bello è il Giardino Medievale il cui nome denota la volontà di raccontare la cura della natura così come era in epoca antica e cioè priva dell’intervento dell’uomo. Curatissimo in ogni singolo dettaglio, insieme al giardino barocco “all’italiana” dell’Isola Bella e a quello botanico dell’Isola Madre, questo giardino racconta un vero e proprio itinerario storico-botanico del Lago Maggiore.

A tal proposito, se siete in vacanza sul Lago Maggiore non potete perdervi un tour in barca per visitare le Isole Borromee di cui vi abbiamo parlato qualche mese fa e il Parco di Villa Pallavicino che ha da poco riaperto al pubblico dopo anni di chiusura. Il Lago Maggiore è una meraviglia in ogni suo versante, ma certamente non può mancare una visita a Stresa e per gli appassionati di viste panoramiche dall’alto è imperdibile anche la funivia che permette di arrivare sul Mottarone

E voi ci siete mai stati? L’estate è l’occasione perfetta per vivere al meglio le bellezze italiane..continuiamo a scoprirle insieme! 🙂

INFORMAZIONI PRATICHE: La visita alla Rocca Borromea di Angera ha un costo di 9.50 euro per gli adulti, 6 euro per i ragazzi dai 6 ai 15 anni ed è gratuita fino ai 6 anni. La Rocca è aperta tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.30 (ultimo ingresso).

 

Da non perdere

Franciacorta Summer Festival: dal 1 al 24 giugno torna la festa dei winelovers

Franciacorta Summer Festival 2018

Un’occasione per scoprire le bellezze e i sapori della Franciacorta: dal 1 al 24 giugno ritorna il Franciacorta Summer Festival con un ricco programma di eventi ed iniziative dedicate ai winelovers ed in generale agli estimatori di una delle zone vitivinicole più conosciute al mondo!

Ad ogni weekend del mese sarà dedicato un tema:

  • Food & Wine: si parte subito con il “Food & Wine” che dal 1 al 3 giugno vedrà protagonista le eccellenze gastronomiche del territorio tra menu ad hoc proposti presso i ristoranti della Franciacorta, nonché visite guidate e degustazioni in cantina accompagnate dalle proposte gourmet di chef locali.
  • Sport & Outdoor: il weekend del 9-10 giugno sarà all’insegna delle attività all’aria aperta tra itinerari in bicicletta, in vespa, lunghe passeggiate e addirittura voli in mongolfiera! Non mancheranno di certo i pic nic nei vigneti!
  • Art & Culture: dopo il food e l’outdoor, non poteva di certo mancare il weekend dedicato all’arte. In collaborazione con il FAI Delegazione Brescia ed i Comuni di Terra della Franciacorta, quello del 16 -17 giugno proporrà visite guidate alla scoperta dei luoghi più suggestivi del territorio.
  • Music: per chiudere in bellezza un mese ricco di iniziative ed attività, concerti in cantine e tanta musica dal vivo!
Franciacorta_Summer Festival 2018
Photo credit: Franciacorta – Facebook

Tra le tante attività proposte, ecco quelle che ci hanno conquistato subito per l’opportunità di scoprire al meglio i bellissimi panorami della Franciacorta:

9/10 GIUGNO – In bicicletta lungo la strada del Franciacorta

Una bella pedalata di 20/25 km per immergersi nei vigneti comprensiva di visita in cantina e degustazione.

Prezzo: € 40 a persona comprensivo di guida, noleggio bike mtb, casco, gadget ricordo, visita con degustazione in cantina. € 25 a persona con bike propria.

9/10 GIUGNO – In vespa lungo la strada del Franciacorta

Dolci collini, antichi borghi e vigneti, tutto questo a bordo di una Vespa Primavera 125 accompagnati da una guida esperta del territorio che farà da apripista.

Prezzo:  € 75 conducente, € 20 secondo passeggero.
Compreso nel prezzo è incluso: noleggio Vespa Primavera 125, visita guidata alla Riserva Naturale Torbiere del Sebino, apripista dedicato del territorio, caschi e sotto caschi, lucchetto, kway, supporto universale per smartphone, bauletto posteriore, km illimitati, assicurazione RCA e furto incendio.

9/10 GIUGNO – In volo in mongolfiera sulla Franciacorta

E per finire, l’attività più emozionante….un volo in mongolfiera per scoprire la Franciacorta dalla prospettiva migliore e con i meravigliosi colori dell’alba! 🙂

Prezzo: 179 euro a persona

Ma non finisce qui! Da amanti della fotografia non potevamo non segnalarvi….

16/17 GIUGNOEsperienza fotografica nella Riserva naturale delle Torbiere

Fotografare è scrivere con la luce

In compagnia degli esperti, un tour  immersivo nella laguna delle Torbiere per vivere un’esperienza a contatto con la natura e abbandonarsi alla magia della fotografia.

Prezzo: 5 euro + 1 euro ticket Torbiere

Questa è solo una personalissima selezione di quelle che sono le attività da non perdere di quest’edizione del Franciacorta Summer Festival, ma ovviamente le iniziative sono molte altre!

Dettagli ed altre info potete consultarle direttamente sul sito ufficiale 🙂

Bon Voyage in Franciacorta! 

Franciacorta Summer Festival 2018
Photo credit: Franciacorta – Facebook
Da non perdere

Nasce Trame d’Italia, il nuovo portale per la valorizzazione dei territori italiani

Trame d'Italia

Bellezze italiane ancora tutte da esplorare, cultura e turismo sostenibile: tutto questo è Trame d’Italia – Terre di cultura, il nuovo portale per la valorizzazione dei territori italiani ancora poco conosciuti e lontani dai flussi di massa.

La nuova piattaforma digitale, presentata solo pochi giorni fa a Roma, mira a veicolare l’attenzione del turismo internazionale su alcune delle più belle località italiane, mostrandone le connessioni artistiche e culturali e non di certo in ultimo le specialità enogastronomiche.

Al momento gli itinerari già attivi e disponibili per l’acquisto sono la Lunigiana, il Monferrato e la Brianza, ma a brevissimo si darà spazio anche a Matera, Capitale Europea della Cultura 2019, alla Valle Camonica, alla Bergamasca e al Mantovano.

L’obiettivo, come ha spiegato Antonia Pasqua Recchia, presidente di Trame d’Italia, mira a far rete tra territori autentici valorizzandone il patrimonio artistico e culturale ed avvicinando i flussi turistici anche a quelle rotte che tendenzialmente non sono frequentemente sotto le luci dei riflettori.

E’ proprio questa l’anima del progetto e l’aspetto che mi ha conquistata sin da subito, proprio perché l’Italia è un paese meraviglioso e come tale merita di essere valorizzato in ogni sua prospettiva e in ogni sua sfumatura.

Del resto ci sono così tante cose belle da vedere che anche un italiano non finisce mai di esplorare! 🙂

Grazie a questo portale, da oggi sarà possibile scegliere il proprio itinerario sia in base al territorio di interesse che al tipo di mezzo di trasporto: la scelta varia tra a cavallo, in bicicletta o a piedi per vivere l’esperienza a stretto contatto con la natura e nella maniera più coinvolgente possibile! 🙂

Se approfittando dell’estate che si avvicina, siete interessati a partire subito, vi segnalo che sul sito sono attualmente attive le seguenti trame:

  • Trame di Monferrato: per scoprire il territorio in tutte le sue sfaccettature e attraverso la voce di Cesare Pavese in un viaggio emozionale tra natura e mito
  • Trame di Lunigiana: per vivere la terra dei cento castelli e avvicinarsi all’antica arte della lavorazione del marmo
  • Trame della Brianza: per scoprire l’anima più autentica delle antiche ville nobiliari tra Cantù e Como

Che aspettate allora? Pronti a partire?! 🙂

Da non perdere

Idee regalo per viaggiatori: racconta la tua storia con Moh Gioielli

Idee regalo viaggiatori_MOH Gioielli Milano

Tendenzialmente, quando si tratta di regali è facile accontentare i viaggiatori. Basta regalargli un’esperienza, un pacchetto benessere o magari un viaggio (nella migliore delle ipotesi!) per renderli felicissimi! 🙂

A conti fatti però, è difficile che ci sia l’opportunità di puntare al meglio e per questo il più delle volte si ripiega sui regali classici: gadget, oggetti di varia (e in alcuni casi dubbia!) utilità in viaggio, cartine, guide e chi più ne ha più ne metta!

Personalmente quando devo scegliere un regalo mi piace fermarmi a pensare alla persona a cui è destinato per scegliere qualcosa di particolare che possa rispecchiare la sua personalità e spesso un piccolo oggetto che ci accompagna quotidianamente racconta di noi stessi molto più di qualsiasi cosa.

E’ per questo che qualche settimana fa, quando mi sono imbattuta nei gioielli artigianali di MOH Gioielli un po’ per caso e un po’ per la mia solita curiosità, ne sono rimasta colpita.

Il bello di questi prodotti è che oltre ad una lavorazione accurata raccontano una storia ed esprimono nella loro semplicità estetica le nostre passioni: qualsiasi creazione può essere infatti creata e personalizzata su richiesta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Inutile dire che quelli che mi hanno colpita subito sono stati quelli dedicati al tema travel, come ad esempio l’anello con la macchina fotografica e proprio da qui è nata l’idea di farmene realizzare uno personalizzato per raccontare con semplicità ed immediatezza la mia passione per i viaggi. Quindi, quale soggetto migliore se non un aereo? 🙂

Il risultato è davvero molto delicato e preciso e dopo averlo visto ho subito pensato che mi piacerebbe farmene realizzare un altro a forma di mongolfiera che richiami il logo di questo blog 🙂

Ovviamente questo genere di anello è soltanto un piccolissimo assaggio della varietà e della ricercatezza che è possibile trovare da Moh Gioielli, ma credo che per chi è alla ricerca di un’idea regalo che sia alla portata di tutte le tasche questi anelli siano indubbiamente una scelta davvero originale.

Idea regalo viaggiatore_Moh Gioielli Milano

Fatemi sapere cosa ne pensate e se siete in vacanza a Milano, cogliete l’occasione di una passeggiata ai Navigli e alla vicina Darsena per scoprire la boutique di Moh Gioielli in Viale Gorizia 4 🙂 In alternativa, resta sempre il buon vecchio shopping online! 😀

Dimenticavo…menzionando il nome del mio blog avrete diritto ad uno sconto speciale riservato solo a voi lettori 🙂

Da non perdere

Milano in fiore, è tempo di Orticola 2018!

Orticola-2018

“Il giardinaggio è benessere, soddisfazione, passione, gusto e deve essere….Al piacer mio!”

Orticola_2018_Milano

A Milano dall’11 al 13 maggio 2018 torna Orticola, la mostra mercato di fiori e piante insolite che ogni anno sancisce ufficialmente l’inizio della primavera nei giardini di Porta Venezia!

Dal 1996 Orticola è un vero e proprio viaggio sensoriale ed è da quando ci siamo trasferiti a Milano che il mio pollice verde reclama una visita 🙂

“Al piacer mio” è la tematica con la quale dovranno confrontarsi i 160 florovivaisti protagonisti dell’edizione 2018 e per la prima volta avranno l’opportunità di esprimere liberamente la passione per il giardinaggio, esponendo le varietà preferite da ciascuno.

Ancora una volta, i Giardini Montanelli saranno la cornice perfetta per una meravigliosa esplosione di fiori, colori e varietà provenienti da tutto il mondo , un’occasione assolutamente imperdibile per gli amanti della fotografia 🙂

Inoltre, grazie a FuoriOrticola, la particolarità dell’evento e l’omaggio alla natura non sarà però circoscritto ai soli giardini di Porta Venezia, ma tantissimi eventi animeranno le strade di Milano portando la magia dei fiori un po’ in tutta la città e persino nelle vetrine dei negozi!

Orticola al Museo Anche quest’anno, grazie al biglietto di ingresso ad Orticola sarà possibile visitare ed accedere a percorsi guidati, conferenze e laboratori presso i musei aderenti all’iniziativa:
Gallerie d’Italia, Museo Bagatti Valsecchi, Museo Poldi Pezzoli, Pinacoteca di Brera, GAM Galleria d’Arte Moderna, il Triennale Design Museum e il Muba Museo dei Bambini, l’Università degli Studi di Milano e il Castello Sforzesco.

Info utili – L’ingresso ad Orticola è previsto dalle 09.30 alle 19.30. Il biglietto ha un costo di 11 euro per gli adulti ed è gratuito fino a 16 anni. Conservate i ticket di ingresso per accedere alle iniziative esclusive del FuoriOrticola e dell’iniziativa Orticola al Museo. I biglietti sono acquistabili anche online 🙂

Scoprite Orticola con noi! – Se non riuscirete ad esserci o semplicemente volete sbirciare un pochino la fiera, seguiteci sui nostri canali social (@lemozionediunviaggio) per viverla insieme a noi con foto e video in diretta!