Chiara

Chiara

Digital PR & Social Media Specialist, nata a Napoli e residente a Milano. Viaggiatrice instancabile, Nikon lover, dipendente dal mare e terribilmente attratta dalle tecnologie e dai libri. "Conosco solo un modo per sentirmi veramente felice e quel modo è viaggiare"

CroaziaEuropaIsola di Krk

Vacanze estive a Baska: la Croazia che sa stupire

Panorama di Baska - Croazia

State prenotando le vacanze estive? Date un’occhiata a Baska!

In questi giorni vi abbiamo incuriosito su Instagram mostrandovi foto di una bellissima meta estiva, dove abbiamo trascorso le nostre vacanze lo scorso anno…e finalmente è arrivato il momento di svelarvi dove si trova!

Se siete amanti del mare e della natura, la destinazione che vogliamo suggerirvi a tutti i costi è Baška (in italiano Bescanuova), una piccola località turistica della Croazia situata nell’estremità meridionale dell’isola di Krk (in italiano Isola di Veglia).

Panorama di Baska - Croazia

Forse ancora poco conosciuta ma incredibilmente bella per i colori delle sue spiagge e per i vicoletti caratteristici del centro storico dallo stile tipicamente mediterraneo, Baska è una meta davvero deliziosa per una vacanza estiva all’insegna del relax e di paesaggi mozzafiato.

Mare Baska Croazia Vela plazaAlcuni si staranno chiedendo come ci siamo imbattuti in questa meta, ma in realtà è molto semplice: la nostra continua voglia di esplorazione ci ha portati a considerare questo itinerario sconosciuto ai più, con l’intento di godere appieno della particolarità del luogo e apprezzarlo al meglio.

 

L’aspetto che ci ha fatto innamorare subito di Baska è stato ovviamente il mare: incredibilmente azzurro e dalle sfumature cangianti, ha saputo regalarci ogni giorno scenari incredibili ma dai colori sempre diversi ed intensi. Non a caso, Krk è stata definita l’isola delle bandiere blu.

Mare Baska Croazia

Mare Baska CroaziaVIVERE BASKA – Per il nostro soggiorno, al posto del classico hotel abbiamo scelto una casetta tipica del posto per vivere al meglio l’atmosfera del luogo. Piccola ma dalla vista mozzafiato e situata direttamente sulla spiaggia, dalla finestra della camera da letto abbiamo potuto godere ogni giorno di albe e tramonti incredibili.

La spiaggia più nota è Vela Plaza, dal fondale sabbioso, che fa parte della baia principale lunga circa 2 km e che per noi era comodissima in quanto immediatamente sotto casa…meglio di così! 🙂

Baska conta più di trenta spiaggette che nella maggior parte dei casi sono facilmente accessibili e adatte anche alle famiglie. Il centro antico del paese è caratterizzato dalla presenza di piccole botteghe e viuzze, dove è possibile passeggiare tra le antiche case dei pescatori, mentre il lungomare ospita la maggior parte dei locali e dei ristoranti tipici dell’isola, dove è possibile cenare (anche a cifre modiche) gustando deliziose portate a base di pesce fresco direttamente in riva al mare.

Mare Baska Croazia Vela plaza

A Baska è impossibile annoiarsi: dal porto turistico partono ogni giorno numerose escursioni per le isole vicine o per le calette più riservate e meno accessibili. Nel prossimo post, vi segnaleremo un tour che ci ha colpito in maniera particolare… 🙂

Inoltre, gli appassionati di sport acquatici non potranno non apprezzare le numerose attrattive proposte, tra cui si segnalano in prevalenza sci d’acqua, surf, tour adrenalinici in offshore, parafly, acqua scooter e banana lift.

Mare Baska Croazia Vela plaza

Nelle viuzze del centro troverete inoltre tutto quello di cui potreste aver bisogno durante il vostro soggiorno…almeno per qualche settimana dite addio all’auto e riscoprite il piacere di passeggiare o muoversi in bicicletta e anche il vostro corpo ringrazierà! 🙂

COME ARRIVARE A BASKA –  Trattandosi di un’isola, a questo punto sicuramente vi starete chiedendo se si tratta di una meta facilmente raggiungibile o meno. In realtà, Baska è collegata alla terraferma attraverso il ponte a pedaggio di Veglia, il cui pagamento è previsto solo all’arrivo sull’isola e per le auto ha un costo pari a 35 kuna (non vi spaventate, sono all’incirca 4.70 euro!).

Ponte di Veglia Krk Baska Croazia

In alternativa, l’isola è raggiungibile in aereo utilizzando lo scalo di Rijeka (Fiume) o in nave con partenze dai porti italiani di Ancona e Bari.

Cosa ne dite? Vi abbiamo convinto? Fateci sapere se questo itinerario vi è piaciuto! 🙂

Intanto vi lasciamo ad alcuni scatti che speriamo possano piacervi 🙂

Itinerari italianiLago Maggiore

Cannobio: un weekend rilassante sul Lago Maggiore

Cannobio

Cosa vedere a Cannobio, piccola località turistica al confine tra Italia e Svizzera

Cannobio è un piccolo paesino piemontese situato sul Lago Maggiore, il primo che troverete sulla strada rientrando in Italia dalla Svizzera.

Pur trattandosi di una località dalle dimensioni esigue, il lungolago e il centro storico meritano sicuramente una visita se siete di passaggio in zona o se semplicemente avete voglia di staccare la spina con un weekend fuoriporta sul lago.

Il centro del paesino è comunemente conosciuto come “il Borgo” per le sue viuzze strette e le antiche abitazioni che si susseguono una dopo l’altra creando una scenario suggestivo e senza tempo.

Abbiamo visitato Cannobio come ultima tappa di un viaggio che ci ha portati a visitare la vicina Cannero Riviera e Locarno e Bellinzona, perle delle Svizzera e…. ne è valsa la pena!

Abbiamo adorato gli edifici policromi che si specchiano sul lago, creando suggestive sfumature di colore che quanti amano fotografare non potranno non apprezzare.

Oltre al delizioso centro storico, Cannobio è una località turistica interessante anche ovviamente per il suo lungolago, l’ideale per rilassarsi e ritagliarsi un momento di pace dinanzi ad un panorama fantastico a cui fanno da sfondo simpatici anatroccoli che faranno di tutto pur di attirare la vostra attenzione 🙂

Inutile dire che con l’arrivo della primavera queste località rifioriscono e questo è sicuramente il momento migliore per visitarle, ma in vista dell’estate Cannobio saprà catturare i turisti ancor di più grazie al suo Lido, un’ampia spiaggia che rappresenta la meta ideale per gli amanti degli sport acquatici.

 

EuropaSvizzera

Un weekend alla scoperta di Bellinzona: la città dei castelli

Bellinzona città

Bellinzona città

Situata nel Canton Ticino, a pochissimi chilometri dal confine italiano, Bellinzona è particolarmente conosciuta per i suoi caratteristici castelli medievali, patrimonio mondiale dell’Unesco dal 2000 come esempio più significativo dell’architettura difensiva del Medioevo.

Viaggiando in auto, il profilo della città è subito riconoscibile per la cinta muraria di torri e fortificazioni che si ergono nel bel mezzo delle Alpi e che la circonda completamente creando uno scenario davvero suggestivo.

In occasione di un weekend a Cannero Riviera, durante il quale abbiamo visitato anche Locarno, abbiamo deciso di spingerci fin su Bellinzona per ammirare questo concentrato di storia e cultura, di cui tanti amici ci avevano parlato.

I tre castelli cittadini del Castelgrande, del Montebello e  di Sasso Corbaro rappresentano per la loro  suggestiva bellezza una delle principali attrazioni del Canton Ticino ed il tour con il trenino turistico attraverso i quali è possibile visitarli comodamente, consentono di immergersi in un vero e proprio spaccato di storia medievale per un’escursione tra torri e mura merlate.

Percorrendo le viuzze del centro storico è impossibile non ammirare la città perdendosi nel suo fascino austero, per poi concedersi infine una piccola pausa, rilassandosi tra i bar e le numerose boutique che affollano le strade.

Se avete voglia di ricaricare le energie, dal momento che la visita ai castelli può risultare impegnativa, vi suggeriamo un piccolo break al Bar Gazzaniga in Piazza Indipendenza, dove abbiamo piacevolmente assaggiato un “Cioffilatte”, un delizioso mix tra un cappuccino ed un marocchino 🙂

Insomma, Bellinzona rappresenta una tappa imperdibile se state organizzando un tour o un semplice weekend al confine tra Italia e Svizzera.

Detto questo, vi lasciamo ad alcune immagini scattate durante la nostra visita.

 

EuropaSvizzera

Cosa vedere a Locarno: la città svizzera del Festival del Cinema

Locarno lungolago

Locarno: non solo Festival del Cinema

Locarno è una deliziosa cittadina svizzera, adagiata sulle sponde del Lago Maggiore settentrionale, tra le mete più gettonate del territorio non soltanto per il panorama offerto ma anche per il clima particolarmente mite di cui gode.

Incuriositi da tempo, abbiamo deciso di visitarla in abbinamento alla vicina Bellinzona, durante un soleggiato weekend di febbraio che ha visto come base di partenza la cittadina di Cannero Riviera.

Particolarmente conosciuta per il Festival del Film che ad agosto richiama di consueto un gran numero di turisti e visitatori, Locarno è una meta ideale tutto l’anno, a maggior ragione quando si può godere della sua bellezza allo stato puro, lontano dai periodi più affollati.

Nel nostro caso, abbiamo visitato la città durante il periodo di Carnevale, potendo assaporare una mite vivacità che ci ha permesso di visitarla tranquillamente, fotografandone gli scorci più suggestivi.

Imperdibile è ovviamente il lungolago che offre una bellissima vista panoramica, immersa nella natura, che sarà particolarmente apprezzata da quanti come noi amano fotografare 🙂

Passeggiando vi ritroverete ad ammirare i Giardini di Muralto, in un percorso che si sviluppa all’incirca per un 1,5 km e che ospita numerose specie mediterranee e subtropicali.

Cuore della città è la Piazza Grande, presso cui convergono tutte le viuzze del centro storico dove è possibile ammirare le caratteristiche casette dalle tonalità pastello.

Gli appassionati di piante e fiori, apprezzeranno senza dubbio la Festa delle Camelie, una mostra allestita presso il Castello Visconteo, seconda solo alle iniziative realizzate in Giappone.

Oltre 300 sono le varietà esposte e numerosi gli appuntamenti collaterali che prevedono anche un mercato di fiori e libri, unico nel suo genere.

L’edizione di quest’anno della Festa delle Camelie si terrà dal 22 al 26 marzo, con orari di ingresso dalle 9.30 alle 18.

Il costo di ingresso è di 10 franchi per il biglietto cumulativo che comprende l’ingresso al Castello Visconteo e al Parco delle Camelie (ricordatevi di effettuare il cambio dell’euro!).

Detto questo, non resta che augurarvi…buon viaggio! 🙂

 

Itinerari italianiLago Maggiore

Cannero Riviera: un piccolo angolo di paradiso tra Piemonte e Svizzera

Cannero Riviera - cosa vedere

Cosa vedere a Cannero Riviera 

Piccola località del Lago Maggiore, situata su un promontorio a nord di Verbania, Cannero Riviera è un angolo di paradiso tra Piemonte e Svizzera, ideale per rilassarsi per un weekend e allontanarsi dal caos cittadino.

Merito di un’insenatura naturale che caratterizza il luogo per un clima piacevolmente mite, con l’arrivo della primavera, Cannero si trasforma in un vero e proprio giardino fiorito affacciato sul lago.

Nel nostro caso, abbiamo scelto questa località come base di appoggio per visitare le vicine Locarno e Bellinzona, mete svizzere altrettanto interessanti che ci incuriosivano già da un po’ di tempo.

Per chi a Cannero Riviera è alla ricerca di un hotel che offra camere panoramiche con vista lago seppur dallo stile semplice e senza troppe pretese, consigliamo l’Hotel La Rondinella, presso cui abbiamo pernottato durante il nostro weekend.

Pur avendo soggiornato qui in un periodo di bassa stagione come quello di metà febbraio, la località ha saputo regalarci ugualmente un fantastico weekend di sole, dal clima davvero piacevole.

Senza dubbio ritorneremo in primavera per ammirare lo sbocciare delle camelie, fiore tipico della zona, come testimoniato dalla presenza a Cannero Riviera della sede della Società Italiana della Camelia.

Se siete interessati a questo itinerario, non perdetevi i post dedicati a Cannobio, Locarno e Bellinzona 🙂

Varie

Benvenuti su L’emozione di un viaggio!

L’avventura con Royd è iniziata da qui. Pronti a partire con noi? 

Il 2017 ha visto nascere questo progetto con l’obiettivo di raccontare le tappe più suggestive e gli scorci meno conosciuti, ma di altrettanta bellezza.

Come sanno bene quelli che ci hanno seguito sin dai primi passi, questo blog era nato inizialmente con il nome di “Royd’s Adventures” più per gioco e curiosità che per altro.

Con il passare del tempo invece, quello che è sempre stato un sogno nel cassetto, ha acquisito un’importanza crescente e la voglia di mettersi in gioco per coniugare la passione per i viaggi, la fotografia e la scrittura è diventata sempre più forte.

Così a settembre 2018 la svolta: un’operazione di rebranding totale che ci ha portati a “L’emozione di un viaggio”: un nuovo nome che potesse rappresentare al meglio le sensazioni vissute in giro per il mondo e la gioia per una nuova meta si avvicina.

Questo blog vuole essere proprio questo: un angolo di suggerimenti di viaggio, curiosità e itinerari dal mondo, ma in primis un angolo di emozioni e suggestioni da condividere con tutti voi.

Buona navigazione!