Search Result For: corfù

CorfùGrecia

Cosa vedere a Corfù: il centro storico, la Fortezza Vecchia e l’emozione di Kanoni

Chiesa di San Giorgio_Corfù_Fortezza Vecchia

Il centro storico di Corfù tra storia e paesaggi mozzafiato

Corfù non è solo mare, nonostante sia senza dubbio una delle cose più belle dell’isola come raccontato nell’articolo le 7 spiagge più belle di Corfù 🙂

Il centro storico di Corfù dall’inconfondibile impronta della dominazione veneziana è stato dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’Unesco e non a caso è considerato quello più bello e suggestivo di tutta la Grecia.  Un vero e proprio salotto culturale fatto di strade curate, ampie piazze come la famosa Spianada e i famosi porticati dell’antico Liston, costruito nel 1807 durante la dominazione francese sull’esempio della Rue  de Rivoli parigina con la quale condivide il continuo passeggio di cittadini e turisti tra eleganti bar e ristoranti.

Corfù_centro storico_Grecia

Corfù_centro storico_Grecia

Corfù_centro storico_Grecia

Corfù_centro_liston

Corfù_centro storico_Grecia

Corfù_centro_Grecia

Corfù_centro_Liston_Grecia

Dopo una passeggiata tra le viuzze e magari un giro di shopping tra le bellissime botteghe di artigianato tessile locale, merita assolutamente una visita la Fortezza Vecchia di Corfù che dopo aver resistito negli anni a moltissimi assedi, oggi è il simbolo indiscusso della città.

Anticamente il centro storico era tutto racchiuso all’interno delle mura fortificate di entrambe le Fortezze, quella Vecchia e quella Nuova.

La Fortezza vecchia è la prima cosa che si nota all’arrivo sull’isola via mare e l’ultima che si vede poco prima di ripartire ed è per questo un luogo che entra subito nel cuore dei turisti.

Dalle sue terrazze la vista panoramica sul mare è una meraviglia per gli occhi e il contrasto di colori che si creano al tramonto con il tempio della Chiesa di San Giorgio è davvero incredibile! Dopo la passeggiata all’interno della fortezza, è obbligatorio godere di questo paesaggio meraviglioso con un bell’aperitivo al tramonto all’Old Fortress Café in terrazza 🙂

La Fortezza Nuova, ovviamente anche’essa antica ma chiamata così solo perché più recente rispetto alla Vecchia (che risale a 30 anni prima), fu costruita dai veneziani nel XVI secolo ma tra le mura oggi non resta poi molto da vedere.

Il nostro consiglio infatti è senza dubbio quello di privilegiare la Vecchia Fortezza che offre un panorama unico sull’isola e sulla città!

Old Fortress_Corfù_centro

Fortezza Vecchia_Corfù_centro

 

Old Fortress_Corfù

Old Fortress_Corfù_Grecia

Fortezza Vecchia_Corfù_Grecia

Corfù_centro_panorama

Fortezza Nuova_Corfù_Grecia

Nei dintorni del centro storico: Kanoni e la vista panoramica sugli atterraggi e i decolli aerei 

Se avete visto le foto e i video condivisi sul nostro profilo Instagram (lemozionediunviaggio) probabilmente avrete capito che a Corfù siamo rimasti colpiti anche noi dagli atterraggi radenti e a pelo d’acqua che si possono ammirare nella baia di Kanoni, situata solo a 5 km dal centro.

Un’esperienza molto particolare che a qualsiasi ora del giorno inevitabilmente attira moltissimi turisti, tutti in attesa di provare il brivido di vedere atterrare gli aerei che sfrecciano a soli pochi metri!

Qui è possibile ammirare anche il Monastero di Vlaherna, risalente al XVIII secolo oggi disabitato e collegato alla terraferma da un piccolo molo di cemento.

Kanoni_Corfù_aerei

Kanoni_Corfù_aerei

L’isola dei Feaci tra mitologia e leggenda

Dalla baia di Kanoni partono le imbarcazioni che conducono i turisti alla vicina Pontikonissi, conosciuta anche come “Isola dei topi” e particolarmente cara all’imperatrice Sissi.

Secondo la leggenda, il piccolo isolotto altro non è che la nave di Ulisse pietrificata dalla rabbia di Poseidone al suo ritorno da Itaca.

Del resto, la mitologia a Corfù è forse una delle sue caratteristiche più belle. Sapevate ad esempio che il nome antico dell’isola (Kerkyra) deriva da quello della ninfa che si innamorò di Poseidone e da cui nacque il figlio Phaiax (da qui appunto il nome di Isola dei Feaci).

Ma qui il mito è presente in molti punti dell’isola, basti pensare che il monastero della famosissima Palaiokastritsa viene spesso indicato come il luogo dove secondo la leggenda sorgeva il Palazzo di Alcinoo e dove Ulisse arrivò quando fu accolto dalla bella Nausicaa.

Insomma da qualsiasi aspetto o attrattiva la si consideri, Corfù è un’isola che inevitabilmente resta nel cuore e che ha tantissimo da raccontare del suo passato così come della sua vita di oggi ❤

 

CorfùGrecia

Le 7 spiagge più belle di Corfù: guida ad un mare incantevole

Spiagge più belle di Corfù_Kalami

Chi ci segue su Instagram sa bene quanto l’atmosfera di Corfù ci sia entrata nel cuore!

Dopo avervi parlato dei migliori luoghi dell’isola dove alloggiare e di come muoversi per visitarla al meglio, siamo pronti a raccontarvi la bellezza delle sue spiagge.

A Corfù c’è veramente l’imbarazzo della scelta! Spiagge di sabbia, spiagge di ciottoli, più o meno profonde, grandi, piccole, insomma ad ognuno la sua 🙂

Ovviamente, prima di partire ci siamo documentati su quelle più belle, leggendo i consigli di altri blogger e affidandoci anche alla classica guida cartacea che non manca mai nella pianificazione di viaggio, ma una volta arrivati sul posto ci siamo resi conto che quelle che ci hanno conquistato di più paradossalmente erano quelle di cui si parlava pochissimo. In generale si dice infatti che il versante occidentale offra spiagge molto più belle di quello orientale, mentre per noi è stato esattamente il contrario e potrete notarlo anche voi dalle foto! 🙂

Non è mica detto che le mete più blasonate siano necessariamente le migliori? Ed infatti questo viaggio ne è stata la conferma! 🙂

Quindi, sulla base della nostra esperienza ecco le spiagge più belle di Corfù da non perdere:

Nissaki Beach Nissaki beach_corfu_mappa

Situata sulla sponda nord orientale dell’isola, Nissaki beach è un paradiso terrestre! In assoluto la nostra preferita a Corfù e non c’è bisogno di spiegare perché! 🙂

Rispetto alle altre, la strada per raggiungerla in auto non è particolarmente impervia, ma può essere difficile trovare posto non essendoci uno slargo destinato al parcheggio. La spiaggia è di ciottoli ed essendo piccolissima e considerando che in tutto ci sono poco più di venti ombrelloni, è preferibile arrivare presto. Il mare che dopo pochi passi è subito molto profondo, è di un azzurro intenso e dalle sfumature incredibili, certamente quello più bello visto durante la nostra vacanza 🙂

Per quanto riguarda il lido, il prezzo è davvero ottimo: solo 7 euro per un ombrellone e 2 lettini!

A pranzo la taverna “Mitsos” sfodera il meglio della tradizione greca su una terrazza molto accogliente e inutile a dirsi, con vista panoramica pazzesca! Qui abbiamo assaggiato la miglior feta grigliata! Un piatto semplicemente ma sublime! Non perdetevelo!

Nissaki beach_Corfù

Nissaki beach_Corfù

Nissaki_spiaggia_Corfù

Taverna_Nissaki_Beach_Corfù

Barbati Beach

Tra le più famose dell’isola, Barbati beach è senza dubbio uno spettacolo! Pur essendo un po’ impervia e ripida la strada per raggiungerla, ne vale assolutamente la pena.

La spiaggia è caratterizzata da ciottoli bianchi piuttosto grossi che contrastano incredibilmente con l’azzurro intenso del mare. Il pregio è che pur essendo famosa anche in alta stagione non è mai troppo affollata ed è possibile rilassarsi e godersi la giornata senza lo stress dei vicini di ombrellone a tiro!

Anche in questo caso, il costo degli stabilimenti balneari è davvero conveniente: 7 euro per un ombrellone e 2 lettini 🙂

Le taverne si susseguono una dopo l’altra e sono tutte molto accoglienti ed economiche, l’ideale per una fresca pausa pranzo all’insegna delle prelibatezze della cucina greca.

Barbati Beach_Corfù

Barbati Beach_Corfù_Grecia

Barbati Beach_Corfù_Grecia

Kalami Beach 

Restando sulla sponda nord orientale, un’altra spiaggia da non perdersi è sicuramente Kalami Beach.

Se non amate la folla e vi piace aver il giusto spazio vitale per rilassarvi, questa spiaggia è sicuramente perfetta in tal senso.

Per arrivarci è necessario percorrere un lungo sentiero piuttosto ripido e anche in questo caso parcheggiare a bordo strada. Come a Nissaki, il mare è incredibilmente bello e limpido ma il vantaggio è che la spiaggia è molto più estesa e dispone di 3- 4 lidi attrezzati con taverna annessa per un bel pranzo in riva al mare.

Da qui è presente anche un servizio di noleggio barche per fare una piccola escursione nei dintorni.

Rispetto a Nissaki, il noleggio ombrellone e lettini è leggermente più caro ma sempre assolutamente economico: solo 9 euro!

Per quanto riguarda il pranzo, noi siamo diventati degli habituè della taverna “Seabreeze”: semplicemente la più bella e accogliente tra quelle presenti, realizzata tutta in legno con comode sedute e aree relax. Stupenda! I piatti proposti anche in questo caso li abbiamo promossi a pieni voti. Ottimi i club sandwich, ma vale la pena assaggiare i Gyros che assomigliano ad un kebab e meritano sicuramente! 🙂

Kalami Beach_CorfùSpiagge più belle di Corfù_Kalami

Spiagge più belle di Corfù_Kalami

 

Kalami beach_Corfù

Seabreeze_Kalami_Corfù

Kaminaki beach

Un’altra meraviglia del versante nord orientale è Kaminaki beach, situata tra Kalami e Nissaki.

Raggiungibile con una stradina un po’ ripida ma comunque fattibile (rispetto ad altre che hanno dei percorsi davvero tremendi e pericolosi), Kaminaki è una spiaggia un po’ nascosta e per questo motivo particolarmente tranquilla al mattino presto quando solitamente è pressoché deserta. Un vero paradiso da godere in santa pace! Come per le “sorelle” vicine, il mare si commenta da solo e la spiaggia è comoda grazie alla presenza di un paio di stabilimenti balneari con taverne annesse.

Come sempre manca il parcheggio, quindi tocca lasciare l’auto sulla discesa e vista la pendenza… occhio al freno a mano! 😀

Kaminaki beach_Corfù

Kaminaki beach_Corfù

Kaminaki beach_Corfù

Kalamionas beach (Kassiopi) 

Ancora più a nord e proprio di fronte all’Albania che da qui sembra quasi di poter toccare, c’è Kalamionas Beach, considerata la più importante di Kassiopi.

Qui la tranquillità regna sovrana. La spiaggia si sviluppa in lunghezza, purtroppo a causa dell’erosione, ed è costituita da ciottoli e da un mare dalle sfumature di un verde intenso.

L’acqua è così limpida che i pesci si vedono senza fare snorkeling! 😀

Spiagge più belle di Corfù_Kassiopi

Corfù_Kassiopi

Dassia Beach

Se amate le spiagge sabbiose e grandi, Dassia Beach è decisamente quella che fa al caso vostro!

Situata anch’essa sul versante nord orientale, è una delle più vicine al centro di Corfù ad offrire un mare davvero degno di nota 🙂

Gli stabilimenti balneari sono particolarmente attrezzati e probabilmente tra i più lussuosi in termini di comfort offerti rispetto alle altre spiagge dell’isola. Alcuni propongono a prezzi davvero allettanti (12 – 15 euro) lettini con cuscini in stoffa e grandi ombrelloni, ma in alta stagione potrebbero essere già tutti riservati, meglio quindi informarsi prima.

Altri invece offrono un comfort nettamente superiore come quello del Luxury Resort Ikos ma a prezzi decisamente più elevati: tenete presente che un ombrellone e due lettini costano 30 euro al giorno, ma considerando che nelle altre spiagge i prezzi sono davvero contenuti, ci si può concedere una giornata diversa come abbiamo fatto noi e rilassarsi su lettini davvero meravigliosi 🙂

Per il pranzo vi consigliamo la taverna “Blue Bay Beach Bar”: prezzi convenienti, menù molto vario e adatto a tutti i palati.

Dassia beach_Corfù

Corfù_Dassia beach

Dassia beach_Ikos_corfù

Palaiokastritsa beach

Ed eccoci all’ultima, non di certo in ordine di importanza….Impossibile non averne mai sentito parlare, Palaiokastritsa è senza dubbio la spiaggia più famosa e gettonata di tutta l’isola! 🙂

Appena arrivati quel mare dalle sfumature verde – azzurre che cambiano spesso a seconda di venti e correnti ti lascia senza fiato! Proprio  per questo è conosciuto da tutti, ma la fama crea inevitabilmente problemi di vivibilità e godibilità direi.

La spiaggia di per sé è infatti molto piccola e in alta stagione è sempre perennemente affollata, qui la tranquillità praticamente non esiste! 😀

Gli ombrelloni e di conseguenza i lettini sono tutti estremamente ravvicinati e anche fare un tuffo in solitaria può essere complicato, di certo quindi non è adatta a quanti preferiscono un contesto tranquillo e spazioso.

Al tempo stesso però, è impensabile fare un viaggio a Corfù e non trascorrere qui almeno una giornata 🙂

Inoltre, se proprio volete evitare di trascorrere tutto il giorno tra la folla, è bene sapere che dal piccolo molo di Palaiokastritsa partono continuamente le barche che portano a scoprire le cave e la vicina Paradise Beach. Un’occasione da non perdere!

Prima di tornare a casa, seguite le indicazioni per il monastero di Palaiokastritsa…da lassù il panorama sull’intera baia è veramente imperdibile, come dimostrano le prossime foto 🙂

Palaiokastritsa beach_corfùPalaiokastritsa beach_Corfù

Palaiokastritsa beach_Corfù

Palaiokastritsa beach_Corfù

Palaiokastritsa beach_Corfù

 

CorfùGrecia

Vacanze a Corfù: dove alloggiare e come muoversi per visitare l’isola al meglio

Vacanze a Corfù_Grecia_cosa vedere
E’ il momento di allacciare le cinture e godersi l’atterraggio proprio mentre il Mare Adriatico si tuffa nello Ionio.
Inizia la trepidante attesa, tipica di quanto stai per arrivare in un luogo che volevi visitare da tempo e che finalmente è ad un passo da te.
L’aereo è sempre più basso e quasi sembra sfiorare quei tappeti di ulivi disseminati sull’isola, in un incredibile contrasto tra il verde della fitta vegetazione e le sfumature di un mare stupendo.
E’ il momento di puntare verso la pista, quella striscia di terra che è proprio sul mare, mentre isolani e turisti salutano l’aereo che vola solo pochi metri più in là e finalmente…..
Benvenuti a Corfù! 🙂
Atterraggio Corfù

12 giorni di sole.

12 giorni di mare incantevole.

1 isola dai colori stupendi che ha dell’incredibile in termini di accoglienza e ospitalità.

Potrebbero essere riassunte così le nostre vacanze di quest’anno a Corfù, l’isola a forma di cavalluccio marino come l’ho ribattezzata io 🙂

Situata a pochissimi km dalla costa dell’Albania, Corfù è una vera e propria perla dello Ionio di cui colpisce subito una vegetazione incredibilmente lussureggiante e florida in netto contrasto rispetto alle coste aspre dell’Egeo.

Corfù è un’isola tutta da scoprire: spiagge e calette si susseguono una dopo l’altra, ma anche a distanza di pochi km il paesaggio cambia in continuazione e merita di essere esplorato in tutta la sua unicità. Sarebbe un vero peccato visitarla in maniera stanziale, non esplorandone i suoi versanti che hanno così tanto da offrire.

Corfù è la sesta isola della Grecia e il centro città racconta in ogni angolo il retaggio della dominazione da parte della Repubblica di Venezia che per oltre 4oo anni ne ha influenzato l’architettura. Non a caso, il centro storico di Corfù è stato definito il più bello di tutte le isole greche.

Dove alloggiare a Corfù

Partiti proprio con l’obiettivo di visitarla in lungo e in largo, abbiamo scelto come base d’appoggio la tranquilla cittadina di Gouvia, sul versante orientale, ed in particolar modo ci siamo affidati all’accoglienza dell’Iliada Beach Hotel, una struttura immediatamente a ridosso di Gouvia Marina che offre tutti i comfort per vivere al meglio la vacanza. Nel nostro caso, abbiamo optato per la formula pernottamento con prima colazione & mezza pensione e la scelta si è rivelata azzeccata per goderci l’atmosfera del posto, assaggiando ogni sera un piatto tipico della tradizione gastronomica greca.Iliada Beach Hotel_Gouvia_CorfùIliada Beach Hotel_Gouvia_Corfù

Durante la pianificazione del viaggio, abbiamo valutato accuratamente la scelta della posizione e Gouvia si è rivelata perfetta per le nostre esigenze dal momento che, essendo situata sulla costa orientale al centro dell’isola, ci ha permesso di raggiungere agevolmente qualsiasi versante nonostante le strade siano poche e in alcuni casi piuttosto difficoltose.

Gouvia dista inoltre solo 8,6 km dal centro di Corfù, raggiungibile comodamente in circa 15 – 20 minuti di auto.

Inoltre, la posizione è risultata ideale anche per raggiungere la rinomata spiaggia di Palaiokastritsa, ma come avrò modo di raccontarvi nei prossimi post, è stato il versante orientale a conquistarci veramente!

Gouvia_Corfù_Iliada Beach Hotel

Come muoversi a Corfù: il trasporto locale 

Essendo arrivati a Corfù in aereo dall’aeroporto di Orio al Serio, durante i primi giorni della vacanza abbiamo testato il servizio di trasporto pubblico per visitare le spiagge ed iniziare a scoprire l’isola.

Sulla base della nostra esperienza, quello che mi sento di consigliarvi senza dubbio è… di noleggiare un’auto!

Nel nostro caso infatti, l’esperienza è stata positiva fino a quando ci siamo mantenuti a poca distanza da Gouvia, visitando ad esempio la vicina Dassia Beach (di cui vi parlerò prossimamente).  Per le piccole distanze infatti, il servizio di autobus locali può ancora andar bene per risparmiare, a patto di munirsi di pazienza, ma basta allontanarsi di pochi km che possono sorgere i primi problemi. Quando ci siamo spostati un po’ più su per visitare la splendida Barbati Beach, al ritorno, pur essendoci recati in netto anticipo alla fermata rispetto all’orario di arrivo previsto, siamo rimasti a piedi! 😀 Nel giro di un’ora abbiamo visto passare un solo autobus che però ha saltato la fermata in quanto pieno…quella sera infatti siamo stati costretti a chiamare un taxi e a pagare la “modica” cifra di 30 euro per 11 km. Questo perché le strade non sono chiaramente delle migliori e anche per percorrere pochi km si perde parecchio tempo, in questo caso specifico circa 25 minuti.

Se decidete di usufruire del trasporto pubblico, potete consultare gli orari e le fermate dell’autobus sul sito ufficiale Corfù City Bus. Alcune spiagge sono servite dal servizio Green Buses: consultateli quindi entrambi per pianificare al meglio l’itinerario. Tendenzialmente, ci sono corse ogni 30 minuti circa, ma i tempi indicati dal servizio pubblico sono in un certo senso relativi. Spesso infatti, ci siamo ritrovati a prendere l’autobus prima dell’orario di arrivo previsto o anche molto dopo, quindi conviene anticiparsi un pochino per evitare lunghe attese.

Sia per pianificare l’itinerario che per farsi un’idea dei tempi di arrivo degli autobus, vi suggerisco di installare l’app gratuita MOOVIT, ufficialmente suggerita anche dal trasporto pubblico di Corfù 🙂

Dopo 4 giorni di test del trasporto pubblico, abbiamo deciso di cambiare rotta e noleggiare l’auto e nel farlo, abbiamo usufruito del servizio offerto da Iliada Beach Hotel che ha fatto da intermediario con l’azienda Best Car.

Tenete presente che i costi sono piuttosto elevati, consci infatti che l’auto sia davvero una necessità in Grecia, il noleggio parte da 45 euro al giorno per una city car. Il vantaggio è che Best Car offre km illimitati, assicurazione totale e vetture veramente nuove e fornite di tutti i comfort possibili.

A noi è stata affidata una Micra, ottima compagna di viaggio nonché unica vettura disponibile in quel periodo, a dimostrazione che i noleggi vengano davvero presi d’assalto!

LIMITI DELLA COPERTURA ASSICURATIVA: Nel vostro girovagare…attenzione alle strade non asfaltate! Su queste infatti non vige la protezione assicurativa e di conseguenza in caso di eventuali guasti ci si ritrova a dover pagare di tasca propria. Questo perché a Corfù vige la regola secondo cui i danni ai pneumatici e alla parte posteriore dell’auto generalmente non godono della copertura assicurativa.

muoversi a Corfù_noleggio_auto_best car

Travel tips: 

  • Ora: rispetto all’Italia, la differenza di fuso è di un’ora in avanti 🙂
  • Adattatori: le spine greche sono tendenzialmente a due poli e non a tre come quelle italiane. Nel nostro hotel erano presenti delle prese shuko per le quali non abbiamo avuto problemi, ma è sempre preferibile partire muniti di adattatori per non incorrere in problemi. I market sono infatti poco forniti ed è meglio essere equipaggiati 🙂
  • Guida turistica: se anche voi amate acquistare una guida turistica prima di partire, per completezza e qualità delle informazioni fornite vi consigliamo quelle proposte da Isole-Greche.com. I contenuti degli ebook vengono aggiornati ogni anno e le guide sono disponibili in comodi pdf o ebook. Qui trovate quella dedicata a Corfù al costo di 8.99 euro. 

Detto questo, non ci resta che portarvi alla scoperta delle migliori spiagge di Corfù e del centro storico….Stay tuned per i prossimi blog post 🙂

 

Varie

L’anno che verrà: quali saranno le destinazioni del 2019?

2018_2019_capodanno_viaggi

E così siamo già all’ultimo giorno di questo 2018.

Un anno senza dubbio intensissimo ma che potremo ricordare anche per i tanti viaggi che l’hanno caratterizzato e che ci sono rimasti nel cuore.

Oltre alle tappe di breve durata e ai weekend in giro per l’Italia e l’Europa, questo 2018 ci ha regalato soprattutto 3 mete che sognavamo da tantissimo tempo:

  • l’Olanda e la magica atmosfera di Amsterdam

Amsterdam_Olanda_blog di viaggi

Amsterdam_Olanda_blog di viaggi

Amsterdam_A'dam lookout

Amsterdam_Olanda_blog di viaggi

Amsterdam_centro_Olanda

Fioritura della lavanda_viaggio in Provenza

Fioritura della lavanda_viaggio in Provenza

Fioritura della lavanda_viaggio in Provenza

Corfù_mare_Grecia

Corfù_mare_Grecia

Corfù_mare_Grecia

Corfù_Grecia_tramonti

Corfù_Grecia_tramonti

Ognuno ha le sue mete del cuore e aver avuto l’opportunità di visitare queste tre che ci ispiravano da tanto ha reso quest’anno davvero eccezionale e al di sopra delle migliori previsioni possibili.

In termini di aspettative, se dovessimo indicarvi una città che in questo 2018 che ci ha colpito molto potremmo dire sicuramente Lione: del suo centro storico e della particolarità dei traboules che caratterizzano la sua storia ne abbiamo parlato approfonditamente e più volte l’abbiamo consigliata come meta meritevole di attenzione fuori dalle rotte turistiche.

Quest’anno siamo tornati poi più volte in Liguria, complice il richiamo irresistibile del mare, e inutile dirlo, tornando a casa ci siamo innamorati ancora di più degli splendidi panorami della nostra Napoli alla quale nel 2019 dedicheremo una bella novità, ma di questo ne parleremo nei prossimi mesi! 🙂

Tornando invece ai bilanci di quest’anno oramai agli sgoccioli, grazie a Momondo abbiamo scoperto quali sono state le mete più convenienti e quelli più popolari dell’anno e tra quest’ultime c’è anche Amsterdam. Finora non abbiamo ancora avuto modo di raccontarvi sul blog del nostro viaggio di maggio in occasione della fioritura dei tulipani, ma chi ci segue sui social sa benissimo quanto l’Olanda ci sia entrata nel cuore!

Se la curiosità vi stuzzica e anche a voi piacciono le classifiche di viaggi, date un’occhiata all’Anno in viaggi 2018 stilato da Momondo per scoprire anche i trend più interessanti del 2019, di cui di seguito vi forniamo un piccolo assaggio 🙂

Ecco a voi le destinazioni di tendenza del 2019:

1. Fort-de-France, Martinica

2. Pointe-à-Pitre, Guadalupa

3. Amman, Giordania

4. Perth, Australia

5. Medellín, Colombia

Prima di salutarci vogliamo chiudere quest’anno con le nostre destinazioni dei sogni del 2019 e scoprire quali sono le vostre 🙂 Intanto iniziamo noi…

  1. Siviglia: l’Andalusia è da tantissimo tempo uno dei sogni nel cassetto, un territorio che per affinità culturale senti di amare prima ancora di averlo visitato!
  2. Barcellona: come avrete capito, la Spagna è una nazione che ci affascina terribilmente e se finora non abbiamo avuto ancora l’occasione di scoprirla come merita, speriamo di poter rimediare nel 2019!
  3. Santorini: il suo tramonto è un altro sogno nel cassetto a cui teniamo particolarmente. La magia di quei colori intensi e l’atmosfera di cui tutti ci hanno parlato in maniera entusiastica ci affascina terribilmente!
  4. Londra: non può non attrarre e come tutti anche noi ne subiamo da sempre il fascino, nonostante le sue condizioni meteo non siano affatto nelle nostre corde!
  5. Castelli della Loira: come sa bene chi ci segue da un po’, la Francia è una delle nostre nazioni preferite e sicuramente quella a cui puntiamo più di frequente per i nostri viaggi. Dopo il meraviglioso on the road di quest’anno in Provenza, speriamo che il 2019 ci porti un bel tour alla scoperta dei meravigliosi Castelli della Loira!

Adesso tocca a voi….quali sono le mete che sognate per il nuovo anno? Raccontatecelo nei commenti!

“E’ la magia del tempo che passa, che avvolge i fotogrammi del film della vita e annuncia l’arrivo del nuovo anno. Auguri!”

auguri 2019